Punto di rammollimento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In scienza dei materiali, il punto di rammollimento è un particolare stato termodinamico (rappresentato da determinate condizioni di temperatura e pressione) in corrispondenza del quale un materiale che non abbia un punto di fusione definito (ad esempio lega metallica o materiale plastico) comincia a modificare il proprio stato di aggregazione da solido a fluido.[1]

Nel caso del vetro (che è un "fluido sottoraffreddato", quindi non è propriamente un solido) il punto di rammollimento corrisponde alle condizioni di temperatura e pressione alle quali il vetro collassa su se stesso se viene applicato un carico relativamente basso.[2]

Il punto di rammollimento può essere misurato attraverso le seguenti norme ASTM:[3]

  • ASTM-D1525 o ISO 306 (prova di Vicat)[4]
  • ASTM D6493 - 11 (ring and ball)
  • ASTM-D648 (Heat Deflection Test)

Nella seguente tabella sono riportati i punti di rammollimento di alcuni tipi di vetro:[5]

Materiale Temperatura di
rammollimento (°C)
vetro siliceo 1580÷1670
vetro soda-lime 750
vetro boro-silicato (pyrex) 820
vetro piombo-alcalino 677
vetro allumino silicato 910
vetro ottico 719

ring and ball[modifica | modifica sorgente]

Rappresentazione schematica dell'inizio e della fine del test
Apparecchio automatico per ring-and-ball

Detto anche "palla-anello", questo metodo si applica al bitume e ad altre sostanze plastiche o resinose.

In questo test, il punto di rammollimento di una sostanza è misurato osservando la temperatura alla quale una biglia d'acciaio di dimensioni standardizzate attraversa un anello riempito con il campione, il tutto immerso in un bagno termostatico di acqua (per punti di rammollimento inferiori a 80 °C) o glicerolo (per punti di rammollimento superiori).

La temperatura del bagno termostatico viene aumentata di 5 °C al minuto; il peso della biglia deforma il campione che scivola lentamente attraverso l'anello. Il punto di rammollimento è la temperatura registrata nel momento in cui il campione tocca una piastra posta 25 millimetri sotto l'anello.

Le dimensioni della biglia e dell'anello sono normate dalle agenzie nazionali di standardizzazione[6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Edward Petrie, Handbook of Adhesives and Sealants, McGraw-Hill, 2006, p. 146, ISBN 0071479163.
  2. ^ http://www.sglavo.it/Contacts/Vetro/IdV0910/lez05.pdf
  3. ^ http://chifis.unipv.it/mustarelli/dpp.pdf
  4. ^ Vicat Softening Temperature :: MakeItFrom.com Glossary
  5. ^ Tabella dei punti di fusione dell'enciclopedia britannica
  6. ^ metodo ASTM D6493 - 11

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]