Puntius vittatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Barbo striscia verde
PuntiusVittatusDay.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cyprinidae
Genere Puntius
Specie P. vittatus
Nomenclatura binomiale
Puntius vittatus
Day, 1865
Nomi comuni

Barbo striscia verde

Puntius vittatus, conosciuto comunemente come barbo striscia verde, è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae, un tempo classificato nel genere Barbus.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Asia meridionale, in corsi d'acqua dell'India e dello Sri Lanka.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lunghezza: 6 cm.

Ha la conformazione fisica tipica delle altre specie di barbi, con scaglie iridescenti color olivastro soprattutto sul dorso che tende a sfumare di argenteo verso il ventre. Il colore si mostra particolarmente lucido se colpito dalla luce diretta. Ha una caratteristica macchia scura alla base del peduncolo caudale ed una banda nera che attraversa la pinna dorsale obliquamente. Le pinne sfumanno dal giallo al verdastro.

Dimorfismo sessuale: il maschio ha leggermente i colori più accesi e la femmina presenta il ventre più gonfio.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Pesce pacifico che vive in piccoli branchetti composti solitamente da non meno di 5 esemplari che nuotano nelle parti centrali ed inferiori dei corsi d'acqua.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Nel periodo degli amori il maschio si isola con la femmina ed inizia i giochi amorosi. Successivamente il maschio attuerà la fecondazione delle uova e queste ultime verranno disperse nell'acqua.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Onnivoro.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Specie allevata e riprodotta in cattività con successo pur restando di non facile reperibilità nei negozi a causa dei suoi colori poco accesi. Sembra secondo alcune fonti che questa specie sia oggetto di introduzione e di allevamento in acquacoltura, ma non è confermato.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Pesci d'acquario di Dick Mills, Fabri Editori;
  • Barbus da Il mio acquario, mensile, novembre 2004.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Puntius vittatus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Scheda su fishbase.org [1];
  • Dettagli sulle specie del genere Puntius su Acquariofilia Consapevole [2];
  • Valori d'allevamento su De Girolamo [3];
  • Scheda IUCN [4].
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci