Puntius titteya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Barbo ciliegia
Puntius titteya
Una coppia: femmina (in alto) e maschio
Stato di conservazione
Status iucn2.3 CD it.svg
Basso rischio (cd)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cyprinidae
Genere Puntius
Specie P. titteya
Nomenclatura binomiale
Puntius titteya
Deraniyagala, 1929

Puntius titteya, conosciuto comunemente come Barbo ciliegia, è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae, un tempo classificato nel genere Barbus.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è originaria di fiumi, torrenti e ruscelli dell'Asia meridionale, specialmente dello Sri Lanka.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Un maschio in vivace livrea riproduttiva

Il corpo è allungato, con ventre pronunciato e profilo dorsale accentuato. Le pinne sono arrotondate, la coda bilobata. Tra tutti i barbi, grazie al suo corpo sottile, è quello meno simile alle carpe. La livrea è grigio-rossastra, con dorso più scuro e dai riflessi verdastri, mentre dalla bocca corre una linea bruna che attraversa orizzontalmente i fianchi e termina alla radice della pinna caudale partendo dalla bocca, ed a volte può ripetersi nella fila di scaglie sottostanti. Nella parte superiore alla banda scura principale si trova una linea dorata sempre parallela orizzontale alle bande brune. Le pinne sono rosse. La femmina appare più pallida, con pinne a volte trasparenti, mentre il maschio durante il periodo dell'accoppiamento diventa ancora più rosso, soprattutto nel periodo della riproduzione (da qui il nome comune di barbo ciliegia).
Raggiunge una lunghezza massima di 5 cm.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Un pesce tranquillo e di piccole dimensioni, che vive in gruppi non inferiori alla decina d'esemplari. Copre i livelli di nuoto centrale ed inferiore. Convive facilmente e pacificamente con pesci delle stesse dimensioni.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Il maschio nel periodo degli amori accentua la sua colorazione e cerca di impressionare le femmine eseguendo danze e allargando le pinne e facendo risaltare la sua livrea alla luce. Una volta scelta la compagna, questa depone circa 200 uova.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Puntius titteya ha dieta onnivora: si nutre prevalentemente di vegetali (alghe, diatomee) ma non disdegna i ditteri e detriti animali.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Conosciuto nell'acquariofilia da molti anni si riproduce facilmente ed adatto anche ai piccoli acquari.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Puntius titteya in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci