Pumpkinhead (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pumpkinhead
Pumpkinhеad (film).png
Una scena del film
Titolo originale Pumpkinhead
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1988
Durata 86 min
Colore Colore
Audio Sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere orrore
Regia Stan Winston
Soggetto Ed Justin (poema),
Mark Patrick Carducci, Stan Winston e Richard C. Weinman (storia)
Sceneggiatura Mark Patrick Carducci e Gary Gerani
Produttore Bill Blake, Howard Smith e Richard C. Weinman
Produttore esecutivo Alex De Benedetti
Casa di produzione De Laurentiis Entertainment Group (DEG) e Lion Films
Fotografia Bojan Bazelli
Montaggio Marcus Manton
Effetti speciali Grant Arndt, Howard Berger, Larry Carr, Emilio Gonzalez, Didier Koskas, Jacki Lancette, J.J., Dave Nelson, Guy Newhard, Steve Patino, Richard A. Robinson, Shannon Shea, Greg R. Stone e Michiko Tagawa
Musiche Richard Stone
Scenografia Cynthia Kay Charette
Costumi Leslie Peters Ballard
Trucco Lily Benyair, Laya Saul e Tom Woodruff Jr.
Interpreti e personaggi

Pumpkinhead è un film horror americano del 1988 diretto dal regista Stan Winston.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel prologo ambientato nel 1957, Tom Harley è nella sua casa con la moglie e il giovane figlio Ed. Un uomo in fuga bussa alla sua porta chiedendo rifugio, ma Tom rifiuta di aprirgli e minaccia di sparargli se non si fosse allontanato. Guardando attraverso la finestra, Ed è testimone dell'uccisione dell'uomo da parte di una grottesca creatura.

Nel presente, Ed Harley è il proprietario di un piccolo negozio. Dovendo svolgere una commissione Ed è costretto a lasciare il giovane figlio Billy da solo. Durante la sua assenza un gruppo di campeggiatori adolescenti (Chris, Joel, Kim, Steve, Tracy, Maggie) si diletta in motocross e involontariamente feriscono mortalmente Billy. Un ragazzo, Steve, resta con il ragazzo fino al ritorno del padre mentre gli altri si allontanano. Nella loro cabina discutono se sia il caso o meno di chiamare la polizia ma Joel, il responsabile dell'incidente, è in libertà vigilata per un incidente simile e mette gli amici in condizione tale che non possano contattare la polizia.

Harley, con il suo cane Gypsy, si reca da una presunta strega, la quale gli dice che non può riportare in vita suo figlio. In realtà Harley desidera solamente di vendicarsi. La strega accetta di aiutarlo e lo avverte che la vendetta avrà un prezzo terribile. Su ordine della strega Harley si reca in un vecchio cimitero di montagna, riesuma un cadavere sfigurato e lo porta in casa della donna, la quale usando il sangue del padre e del figlio riporta in vita il cadavere che assume l'aspetto di un'esile creatura demoniaca.

Nel frattempo Joel inizia a provare rimorso per le sue azioni e decide di andare a costituirsi alla polizia. Ma è ormai troppo tardi visto che la creatura è sulle tracce sue e degli altri ragazzi. Steve sarà il primo ad essere ucciso e Maggie la seconda. Harley, che ha assistito ai due omicidi attraverso gli occhi della creatura, fa ritorno dalla strega e la supplica di fermare il mostro. La donna rivela che la creatura non può essere fermata e che lo stesso Harley finirà per essere ucciso se dovesse tentare di fermarla.

Joel affronta il mostro con un coltello, ma la creatura lo scaglia lontano e trascina via un altro dei ragazzi. I tre ragazzi rimasti chiedono invano aiuto alla gente del posto. In loro aiuto arriva Harley, il quale spara alla creatura, la quale riesce ad uccidere Joel. Bunt, un ragazzo locale, aiuta i due campeggiatori rimasti, Tracey e Chris, ed insieme raggiungono una chiesa abbandonata. Bunt racconta loro la leggenda del mostro Pumpkinhead, spiegando loro che la creatura vendica colui che è stato offeso e che se qualcuno cerca di fermalo, finirà anch'esso con l'essere ucciso da essa. La creatura compie un nuovo attacco e getta Chris contro un albero, poi ne trascina il corpo fino a casa di Harley, dove Tracey, Bunt e Harley hanno trovato rigugio.

Pumpkinhead cattura Bunt e Tracey spaventata dalla faccia di Harley corre via. L'uomo si precipita dietro di lei ma inciampa nella stalla e si ferisce il braccio con un forcone. Sia Harley che Pumpkinhead gridano di dolore. Harley si rende conto che egli e Pumpkinhead sono ormai una cosa sola e che il solo modo di uccidere la creatura è morire egli stesso.

LA creatura afferra Tracey per il collo, ma prima che possa ucciderla, Harley gli spara alla testa. Pumpkinhead cade a terra, ma poi afferra nuovamente Bunt. Tracey prende la pistola e Harley la prega di ucciderlo. La ragazza gli spara finché sia lui che Pumpkinhead cadono a terra morti. Tracey, Bunt e Chris vedono poi il Pumpkinhead bruciare tra le fiamme. Più tardi quella notte, nel campo di zucche, la strega seppellisce il cadavere ormai sfigurato di Harley nella tomba di Pumpkinhead, con ancora indosso la collana che suo figlio Billy fece per lui.

Il Poema[modifica | modifica sorgente]

La storia di Pumpkinhead nasce dal seguente poema di Ed Justin:

(EN)
« Keep away from Pumpkinhead,
Unless you're tired of living,
His enemies are mostly dead,
He's mean and unforgiving,
Laugh at him and you're undone,
But in some dreadful fashion,
Vengeance, he considers fun,
And plans it with a passion,
Time will not erase or blot,
A plot that he has brewing,
It's when you think that he's forgot,
He'll conjure your undoing,
Bolted doors and windows barred,
Guard dogs prowling in the yard,
Won't protect you in your bed,
Nothing will, from Pumpkinhead. »
(IT)
« State lontani da Pumpkinhead
a meno che non siate stanchi di vivere;
i suoi nemici sono per lo più morti,
lui è severo e non perdona.
Ridi di lui e sarai distrutto
ma in qualche modo terribile:
la Vendetta, la considera divertente,
e la progetta con passione;
Il tempo non cancellerà o offuscherà
un complotto che lui ha tramato,
È quando pensi che lui abbia dimenticato,
lui evocherà la tua rovina.
Porte chiuse e finestre sbarrate,
Cani da guardia che si aggirano nel cortile,
non possono proteggerti nel tuo letto,
nulla può farlo, da Pumpkinhead. »
(Ed Justin, Pumpkinhead)

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film ebbe una distribuzione limitata nei cinema degli Stati Uniti da parte della United Artists nell'ottobre 1988 e nuovamente nel gennaio 1989. Il film incassò in totale 4.385.516 dollari ai botteghini.[1]

Il film fu distribuito in VHS negli USA dalla MGM/UA Home Entertainment nel maggio 1989[2] e nuovamente nell'aprile 1995.[senza fonte] La MGM distribuì il film in DVD due volte: una nel 2000 in edizione normale[3] e una nel 2008 in un'edizione speciale per il 20º anniversario.[4] A Blu Ray release is in the works.[5]

Opere derivate[modifica | modifica sorgente]

Nonostante lo scarso successo ai botteghini, Pumpkinhead divenne un cult.[6]

Sequels[modifica | modifica sorgente]

Un sequel, intitolato Pumpkinhead II: Blood Wings uscì direttamente in home video nel 1993.

Altri due seguiti, intitolati Ceneri alle ceneri - Pumpkinhead 3 e Faida di sangue - Pumpkinhead 4, furono girati nel 2006 e 2007 e trasmessi come film televisivi dal canel Syfy.

Reboot[modifica | modifica sorgente]

Un reboot è attualmente in lavorazione.[7]

Fumetto[modifica | modifica sorgente]

Nel 1993 la Dark Horse Comics pubblicò una serie di fumetti intitolata "Pumpkinhead: The Rites of Exorcism".[8]Template:Npsn Il fumetto doveva essere una miniserie in quattro parti ma solo due di esse furono pubblicate. La seconda parte si conclude con un cliffhanger facente credere ai lettori che un Pumpkinhead alato sarebbe apparso nella terza parte.

Videogioco[modifica | modifica sorgente]

Nel 1995 l'Electronic Arts pubblicò un videogioco sparatutto in prima persona per Microsoft Windows intitolato Bloodwings: Pumpkinhead's Revenge.[9] Il gioco non ebbe molto successo.[10]

Model kits[modifica | modifica sorgente]

Musica[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo horror punk Misfits ha realizzato una canzone intitolata "Pumpkin Head", contenuta nel loro album Famous Monsters, uscito nel 1999.[11] Il 1 maggio 2007, Boondox, un rapper horrorcore country, ha pubblicato un EP intitolato Punkinhead contenente una canzone con lo stesso titolo.[senza fonte]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema
  1. ^ Pumpkinhead in Box Office Mojo. URL consultato il 21 gennaio 2014.
  2. ^ Mary Stevens, Glamorous Heroines Return To The Screen in Chicago Tribune, 19 maggio 1989. URL consultato il 21 gennaio 2014.
  3. ^ G. Noel Gross, Pumpkinhead in DVD Talk, 2 settembre 2000. URL consultato il 21 gennaio 2014.
  4. ^ Brad Miska, 'Pumpkinhead' Collector's Edition Full DVD Specs in Bloody Disgusting, 19 luglio 2008. URL consultato il 21 gennaio 2014.
  5. ^ http://dailydead.com/scream-factory-release-pumpkinhead-pumpkinhead-ii-blu-ray/
  6. ^ Michael Koopmans, "PUMPKINHEAD" highlights VA Halloween Horror Showcase in Fangoria. URL consultato il 22 aprile 2013.
  7. ^ Brad Miska, MPCA Rebooting 'Pumpkinhead' Series! in Bloody Disgusting, 3 aprile 2014. URL consultato il 7 aprile 2014.
  8. ^ Pumpkinhead: The Rites of Exorcism #2 in Dark Horse Comics. URL consultato il 21 gennaio 2014.
  9. ^ Bloodwings: Pumpkinhead's Revenge for DOS (1995). URL consultato il 27 aprile 2014.
  10. ^ Bloodwings: Pumpkinhead's Revenge (Game). URL consultato il 27 aprile 2014.
  11. ^ Carly Carioli, Misfits: Famous Monsters in CMJ Music Monthly, January 2000, p. 49.