Publio Cornelio Scipione Nasica Serapione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Publio Cornelio Scipione Nasica Serapione
Roman SPQR banner.svg Console della Repubblica romana
Nome originale Publius Cornelius Scipio Nasica Serapio
Figli Publio Cornelio Scipione Nasica Serapione
Gens Cornelia
Padre Publio Cornelio Scipione Nasica Corculo
Madre Cornelia Africana Maggiore
Consolato 138 a.C.

Publio Cornelio Scipione Nasica Serapione [1] (Pergamo, 183 a.C.Pergamo, 132 a.C.) è stato un politico romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Publio Cornelio Scipione Nasica Corculo e di sua moglie Cornelia Africana Maggiore, era membro della Gens Cornelia, fu un politico della Roma Repubblicana. Fu console nel 138 a.C. insieme a Decimo Giunio Bruto Callaico. Era anche nipote di Scipione l'Africano. Successe al padre come Pontefice Massimo nel 141 a.C. Nel 133 a.C. guidò le forze filo-senatorie ed equestri contro i partigiani graccani. Durante questo scontro Tiberio Gracco, suo cugino di primo grado, fu ucciso. Per salvarlo dalla vendetta dei populares, fu spedito dal Senato in missione in Asia Minore, sebbene fosse Pontefice Massimo (fu il primo caso nella secolare storia di Roma). Morì poco dopo a Pergamo, forse avvelenato da agenti del partito graccano. Il figlio che ebbe nel 170 a.C. da Cecilia Metella, figlia di Quinto Cecilio Metello Macedonico e che si chiamava come lui, Publio Cornelio Scipione Nasica Serapione, diverrà console nel 111 a.C.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuel Dejante Pinto de Magalhães Arnao Metello e João Carlos Metello de Nápoles, Metellos de Portugal, Brasil e Roma, Torres Novas, 1998
Predecessore Console romano Successore Consul et lictores.png
Gneo Calpurnio Pisone
e
Marco Popillio Lenate
(138 a.C.)
con Decimo Giunio Bruto Callaico
Marco Emilio Lepido Porcina
e
Gaio Ostilio Mancino
Predecessore
Publio Cornelio Scipione Nasica Corculo
Pontefice massimo
141-132 a.C.
Successore
Publio Licinio Crasso Dives Muciano

Controllo di autorità VIAF: 7282122