Publicis Healthware International

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Publicis Healthware International
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Fondazione 1996 a Napoli, Italia
Fondata da Roberto Ascione
Sede principale Salerno, Italia
New York, Stati Uniti
Gruppo Publicis Groupe
Filiali Roma e Milano, Italia
Parigi, Francia
Ames e Yardley, USA
Düsseldorf, Germania
Persone chiave Roberto Ascione (Presidente)
Settore Consulenza
Prodotti strategia, change management, advertising, edetailing, web marketing, SEO, SEM, Realtà aumentata, interaction design, serious games
Dipendenti +150[1] (2011)
Sito web www.publicishealthware.com

Publicis Healthware International (PHI) è stata un'azienda italiana che offriva servizi di consulenza strategica e comunicazione digitale in ambito healthcare, anche nota per essere l'editore di Paginemediche.it, il più visitato portale italiano del settore salute[2].

Inserita nella multinazionale Publicis Groupe come parte di Publicis Healthcare Communications Group (PHCG), si occupava di attività di consulenza strategica, comunicazione digitale, advertising above e below the line nel settore salute a livello globale.

Il 29 agosto 2012 si è fusa con Razorfish Health per dare luogo a Razorfish Healthware, una nuova entità con competenze nell'area del digitale, della consulenza strategica e della tecnologia[3].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fondata a Napoli nel 1996 per iniziativa dell'imprenditore Roberto Ascione sotto il nome di Healthware Consulting, l'azienda svolge inizialmente attività nell'ambito dell'informatizzazione delle strutture ospedaliere e della comunicazione healthcare via web.

Dopo alcuni anni di vita, Healthware si trasferisce a Salerno per meglio sfruttare la prossimità con le scuole universitarie di informatica e scienze della comunicazione dell'Università di Salerno. Healthware diventa successivamente parte di Saatchi&Saatchi Healthcare (gruppo Saatchi & Saatchi), e svolge compiti di sviluppo e produzione in ambito digitale.

Dal 2010 assume la nuova denominazione di Publicis Healthware International (PHI), che ne sancisce il distacco da S&S e la costituzione come entità autonoma. Nello stesso anno, PHI acquisisce l'azienda tedesca Digital District, con base a Düsseldorf[4]. Sempre nel 2010 avviene la fusione di iMed Studios, agenzia di comunicazione del gruppo Publicis con base negli Stati Uniti, sotto il marchio Publicis Healthware International[5]. Dalla fusione nascono due hub principali, uno statunitense con sede in Madison Avenue a New York, ed uno per l'area EMEA con sede a Salerno. Sedi secondarie sono localizzate a Roma, Milano, Düsseldorf, Parigi, Yardley ed Ames. Altre sedi sono in corso di apertura a Shanghai, nel Regno Unito e in Brasile[6].

Attività[modifica | modifica sorgente]

Oggi PHI è organizzata in tre business unit dedicate alla consulenza, alla comunicazione ed alla tecnologia.

La business unit dedicata alla consulenza supporta i processi di trasformazione del business resi possibili dalle nuove tecnologie grazie ad una ampia gamma di servizi che vanno dalla consulenza di processo al change management e dalla e-business strategy all’experience design.

Le principali aree di expertise della business unit di comunicazione sono la progettazione di strategie digitali e la realizzazione di progetti rivolti alle aziende farmaceutiche che includono digital marketing (mobile e web), e-detailing, CRM, e-learning, e-science, health 2.0, gestione dei Key Opinion Leader nonché lo sviluppo di progetti multi channel e servizi specifici per Ospedali, Società Scientifiche ed Istituzioni Sanitarie.

Infine la business unit di tecnologia assicura la capacità di sviluppo ed implementazione tecnica dei programmi di comunicazione nonché la realizzazione di piattaforme e tool proprietari per facilitare il deployment di ogni tipo di tattica digitale[7].

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Publicis Healthware International è stata premiata in numerose manifestazioni di categoria nazionali ed internazionali, tra cui Telly Awards, Global Awards, WebAwards, W3 Awards, the Rx Club Awards, the Healthcare Communication & Marketing Association Awards, eContent Award Italy, Aurora Awards, ComPA Awards[8]. Il 20 maggio 2011 Publicis Healthware ha vinto il MERIT award alla 13ma edizione dei Web Health Awards, competizione dove vengono premiati i migliori progetti di informazione via web in ambito healthcare[9].

L'8 luglio 2011 PHI è stata inclusa nella lista delle 75 più importanti agenzie globali in ambito healthcare.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dal sito ufficiale dell'azienda
  2. ^ 500.000 visitatori unici a luglio 2011 secondo Nielsen NetRatings
  3. ^ Nascita di Razorfish Healthware
  4. ^ Notizia acquisizione Digital District
  5. ^ Notizia fusione con iMed Studios
  6. ^ a b The Top 75: Publicis Healthware International - Medical Marketing and Media
  7. ^ Dal sito ufficiale dell'azienda
  8. ^ Dal sito ufficiale dell'azienda
  9. ^ Notizia vittoria premio ai Web Health Awards

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]