Pseudopotto martini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Falso potto
Immagine di Pseudopotto martini mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lorisiformes
Superfamiglia Lorisoidea
Famiglia Lorisidae
Sottofamiglia Perodicticinae
Genere Pseudopotto
Schwartz, 1996
Specie P. martini
Nomenclatura binomiale
Pseudopotto martini
Schwartz, 1996

Il falso potto (Pseudopotto martini Schwartz, 1996) è un primate strepsirrino appartenente alla famiglia dei Lorisidi. È l'unica specie del genere Pseudopotto.

La "scoperta" di questa specie e la sua classificazione in un ordine a sé stante è avvenuta nel 1996, quando lo studioso Jeffrey Schwartz, mentre studiava degli scheletri di Perodicticus potto nell'università di Zurigo, si accorse che due di questi erano leggermente differenti dagli altri: innanzitutto mancavano delle caratteristiche vertebre cervicali dalle apofisi allungate, inoltre mostravano una diversa conformazione dentale (premolari più lunghi e molari più corti) ed una coda di maggiore lunghezza rispetto agli altri. Infine, questi due scheletri avevano dimensioni minori rispetto a quelli dei potto, pur provenendo da una zona dove questi animali raggiungono le maggiori dimensioni riscontrate nella specie, ossia il Camerun.

In base a queste differenze tassonomiche, Schwartz propose la creazione di una nuova specie che nominò Pseudopotto martini in onore di Robert Martin, uno studioso di proscimmie dell'Università di Zurigo.

Alcuni studiosi (come E. Sarmiento e S. Bearder) hanno criticato la classificazione della specie, adducendo come motivo il fatto che le differenze fra i due scheletri e quelli di potto non sono sufficienti a giustificare la creazione di un nuovo genere.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi