Pseudopetalichthyida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pseudopetalichthyida
Pseudopetalichthys problematica.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Placodermi
Ordine Pseudopetalichthyida

Gli pseudopetalittidi (Pseudopetalichthyida) sono un piccolo ordine di pesci estinti appartenenti ai placodermi. Il gruppo è conosciuto esclusivamente attraverso fossili del Devoniano inferiore (circa 390 milioni di anni fa) del giacimento di Hunsruck, in Germania.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Conosciuti attraverso pochi esemplari appartenenti a tre generi monospecifici, questi animali possedevano un corpo relativamente piatto e dotato di due ampie pinne pettorali. L’armatura tipica dei placodermi era quasi assente, ed era costituita solo da piccole placche disgiunte l’una dall’altra. Per questo motivo i fossili degli pseudopetalittidi sono spesso frammentari e incompleti. Le specie Pseudopetalichthys problematica e Paraplesiobatis heinrichi sono state considerate una specie sola a causa della frammentarietà dei resti, ma in realtà sembra che rappresentassero due entità tassonomiche distinte. Una terza specie, Nessariostoma granulosa, è considerata sufficientemente distinta per appartenere a una specie a sé stante; quest’ultima forma assomiglia vagamente a un altro placoderma di Hunsruck, Stensioella heintzi, considerato il più primitivo fra tutti i placodermi.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Come per Stensioella, vi sono dubbi se considerare questo gruppo tra i veri placodermi, soprattutto a causa della loro primitività e dei fossili frammentari. Secondo studi sull’anatomia di questi animali, alcuni esperti considerano gli pseudopetalittidi un gruppo di placodermi più avanzato degli ptictodonti.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Long, John A. The Rise of Fishes: 500 Million Years of Evolution Baltimore: The Johns Hopkins University Press, 1996. ISBN 0-8018-5438-5
  • Moy-Thomas, J. A. & Miles, R. S. Paleozoic Fishes (2nd ed)Chapman and Hall, London, 1971.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci