Pseudonaja textilis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Serpente bruno orientale
Eastern Brown Snake - Kempsey NSW.jpg
Pseudonaja textilis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Serpentes
Famiglia Elapidae
Genere Pseudonaja
Specie P. textilis
Nomenclatura binomiale
Pseudonaja textilis
(Duméril, Bibron & Duméril, 1854)

Il serpente bruno orientale (Pseudonaja textilis (Duméril, Bibron & Duméril, 1854)), spesso indicato come serpente bruno comune, è un serpente della famiglia Elapidae, diffuso in Australia e Papua Nuova Guinea.[1]

Questo serpente è considerato il secondo serpente più velenoso della terra in base al valore LD50 ipodermico misurato nei topi.[2] A causa della sua presenza nelle periferie è il serpente responsabile del maggior numero di decessi in Australia.[3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Negli adulti la colorazione è molto variabile. Mentre di solito è di una tonalità di marrone uniforme, può avere diverse varianti tra cui a macchie e a fasce, con una gamma da un colore fulvo molto chiaro fino al nero, tra cui arancio, argento, giallo e grigio. I giovani possono essere fasciati e hanno la testa nera, con una banda più chiara sulle spalle, la nuca nera, e numerose macchie rosso-marrone sul ventre.

Questa specie ha una lunghezza media di 1,5-1,8 m e raramente supera i 2 m. Questi serpenti sono spesso confusi con il serpente bruno reale (Pseudechis australis), condividendone gli stessi habitat in molte zone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pseudonaja textilis in The Reptile Database.
  2. ^ Indice LD50 di vari serpenti velenosi (EN)
  3. ^ National Geographic

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili