Przemyśl II di Polonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Przemyśl II
Przemysl II, opera di Jan Matejko
Przemysl II, opera di Jan Matejko
Granduca di Polonia
In carica 1290 - 1291
Predecessore Enrico IV
Successore Venceslao II
Re di Polonia
In carica 1295 - 1296
Predecessore Venceslao II
Successore Venceslao II
Nascita Poznan, 14 ottobre 1257
Morte Rogozno, 8 febbraio 1296
Padre Przemyśl I
Madre Elisabetta di Breslavia

Przemyśl II (Poznań, 14 ottobre 1257Rogozno, 8 febbraio 1296) , in italiano Premislao, fu granduca e re di Polonia alla fine del XIII secolo.

Già dal 1290 con l'aiuto dell'arcivescovo Jakub di Gniezno egli aveva cominciato a programmare la sua incoronazione (cosa probabilmente già tentata senza successo da Enrico II il Probo), il passo preliminare verso l'unificazione della Polonia, ma l'opposizione di altri duchi ne aveva ritardato i piani.

Nel dicembre del 1294 morì il duca di Pomerania Meswin II senza eredi e Premislao ne acquisì titolo e terre. L'unificazione della Polonia Superiore con la Pomerania lo impose come il più forte capo della dinastia Piast.

Finalmente l'incoronazione di Premislao II e di sua moglie Margaret venne celebrata nella cattedrale di Gniezno il 26 giugno 1295; fu la prima incoronazione di un governante polacco da 219 anni.

Rimane tuttora controverso se il re e l'arcivescovo avessero ottenuto il consenso per l'incoronazione dal papa Bonifacio VIII.

Nel 1296 dei congiurati nel tentativo di rapire il re lo uccisero.

Predecessore Granduca di Polonia Successore POL Przemysł II 1295 COA.svg
Enrico IV 1290-1291 Venceslao II
Predecessore Re di Polonia Successore POL Przemysł II 1295 COA.svg
Venceslao II 1295-1296 Venceslao II