Province Unite del Centro Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unione del Centro Italia
Unione del Centro Italia – Bandiera
Unione del Centro Italia - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Province Unite del Centro Italia
Nome ufficiale Province Unite del Centro Italia
Lingue parlate italiano
Capitale Non specificata
Dipendente da Regno di Sardegna
Politica
Forma di governo Stato satellite
Governatore generale Carlo Bon Compagni di Mombello
Nascita 8 dicembre 1859
Causa unione di Granducato di Toscana, Parma e Piacenza, Modena e della provincia pontificia della Legazione delle Romagne
Fine 22 marzo 1860
Territorio e popolazione
Bacino geografico centro Italia
Evoluzione storica
Preceduto da Flag of the Grand Duchy of Tuscany (1840).svg Granducato di Toscana

Flag of the Duchy of Parma (1851-1859).svg Ducato di Parma e Piacenza

Flag of the Duchy of Modena.svg Ducato di Modena

Flag of the Papal States (1808-1870).svg Stato Pontificio

Succeduto da Italia Regno di Sardegna

Le Province Unite del Centro Italia, anche chiamate Unione del Centro Italia, oppure Confederazione del Centro Italia, o anche Governamento Generale del Centro Italia, fu uno Stato di breve esistenza, satellite del Regno di Sardegna. Era un'unione del Granducato di Toscana, del Ducato di Modena, del Ducato di Parma e Piacenza e della regione pontificia della Legazione delle Romagne.

Sin dall'agosto 1859, gli Stati pro-Sardegna di Toscana, Parma e Piacenza e Modena erano legati da alleanze militari. Il 7 novembre 1859, elessero come loro reggente Eugenio Emanuele di Savoia-Villafranca. Il Re di Sardegna Vittorio Emanuele II rifiutò di accettare questa elezione, e preferì mandare a governare Carlo Boncompagni.

L'8 dicembre 1859, Parma e Piacenza, Modena e la Legazione delle Romagne vennero incorporate nella Provincia Reale di Emilia. Nel 1860, dopo i plebisciti, vennero annesse formalmente al Regno di Sardegna. Per fare ciò, il Regno di Sardegna fu costretto a cedere alla Francia la Savoia e Nizza.