Protea (pianta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Protea
Protea nerifola close.jpg
Protea lepidocarpodendron x neriifolia
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Proteales
Famiglia Proteaceae
Sottofamiglia Proteoideae
Genere Protea
L., 1771
Classificazione APG
Specie

vedi testo

Protea è un genere di piante floreali della famiglia Proteaceae, originario dell'Africa australe.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Carl Linnaeus diede a questo genere di piante il nome del dio greco Proteus, il quale poteva cambiare forma come e quando voleva[1]. In lingua inglese vengono a volte letteralmente chiamate sugarbushes cioè cespugli di zucchero.

Il sottogenere di Linnaeus fu creato unendo un certo numero di specie di Protea scoperte da Herman Boerhaave anche se non si sa con esattezza quali.[non chiaro] Le Protee ebbero grande successo tra i botanici del Capo di Buona Speranza nel XVII secolo. Molte specie furono introdotte in Europa nel XVIII secolo suscitando grande interesse.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

La famiglia delle Proteaceae, alla quale appartiene il genere Protea, origina dalla Gondwanaland 300 milioni di anni fa. Le Proteaceae sono suddivise in due sottofamiglie:

Il continente africano ha in comune un solo genere con il Madagascar mentre il Sud America e l'Australia hanno in comune molti generi il che vuole dire che la pianta protea si separò dal continente africano prima di potersi separare in altre sottospecie e sottogeneri.[non chiaro] Molte protee si trovano a sud del fiume Limpopo anche se la specie Protea kilimanjaro si trova nella zona di chaparral del Parco nazionale del Monte Kenya. Il 92% delle specie si trova nella regione floristica del Capo una piccola cinta montuosa di terra costiera da Clanwilliam fino a Grahamstown nel Sudafrica. La straordinaria ricchezza e diversità di specie caratteristica della flora del Capo si pensa sia dovuta alla diversità paesaggistica dove le popolazioni possono isolarsi l'una dall'altra e svilupparsi in diverse specie.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Dentro la famiglia delle Proteaceae le protee fanno parte della sottofamiglia delle Proteoideae che comprende specie presenti dall'Australia all'Africa meridionale.

Specie[modifica | modifica sorgente]

Protea madiensis
Protea ghiaccio rosa
Protea Re (Protea cynaroides)
Protea Re (Protea cynaroides)
Protea Re (Protea cynaroides)

(elencate tramite sezione: una sezione ha un nome in due parti, la prima parte è il nome del genere mentre la seconda è l'epiteto).

  • Protea sezione Leiocephalae
    • Protea caffra (Protea comune)
    • Protea dracomontana
    • Protea glabra
    • Protea inopina
    • Protea nitida (L'albero vagone)
    • Protea nubigena
    • Protea parvula
    • Protea petiolaris
    • Protea rupicola
    • Protea simplex
  • Protea sezione Paludosae
    • Protea enervis
  • Protea sezione Cristatae
    • Protea asymmetrica
    • Protea wentzeliana
  • Protea sezione Paracynaroides
    • Protea cryophila (Protea neve)
    • Protea pruinosa
    • Protea scabriuscula
    • Protea scolopendriifolia
  • Protea sezione Ligulatae
  • Protea sezione Microgeantae
    • Protea acaulos
    • Protea convexa
    • Protea laevis
    • Protea revoluta
    • Protea ungustata
  • Protea sezione Crinitae
    • Protea foliosa
    • Protea intonsa
    • Protea montana
    • Protea tenax
    • Protea vogtsiae
  • Protea sezione Pinifolia
    • Protea acuminata
    • Protea canaliculata
    • Protea nana
    • Protea pityphylla
    • Protea scolymocephala
    • Protea witzenbergiana
  • Protea sezione Craterifolia
    • Protea effusa
    • Protea namaquana
    • Protea pendula
    • Protea recondita
    • Protea sulphurea
  • Protea sezione Obvallatae
    • Protea caespitosa
  • Protea sezione Subacaules
    • Protea aspera
    • Protea denticulata
    • Protea lorea
    • Protea piscina
    • Protea restionifolia
    • Protea scabra
    • Protea scorzonerifolia

Simbolo nazionale[modifica | modifica sorgente]

Assieme all'antilope springbok la protea è stata trattata come simbolo nazionale del Sudafrica prima e dopo l'apartheid non però senza controversie. Il primo ministro Sudafricano Hendrik Frensch Verwoerd sognava di cambiare la bandiera Sudafricana di allora mettendo al centro di essa un'antilope springbok saltellante contornata da una collana di 6 protee ma questo non fu mai realizzato.

Dopo la messa al bando dell'apartheid il governo sudafricano decretò che il nome di tutte le squadre che si chiamavono Springboks dovette cambiare in "Protee" un'eccezione alla regola fu fatta per la squadra della nazionale di rugby Sudafricana. Durante l'apartheid si usava chiamare "Le Protee" tutte le squadre che rappresentassero gli aborigeni di colore del Sudafrica[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Protea nell'Oxford English Dictionary. Oxford University Press 2ª edizione 1989
    Sunset Western Garden Book, 1995:606–607
  2. ^ Oggi la nazionale di cricket sudafricana è conosciuta col nome di "The Proteas". A. M. Grundlingh, André Odendaal, S. B. Spies, Beyond the Tryline: Rugby and South African Society, Ravan Press, 1995, p. 92, ISBN 0869754572.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica