Promops nasutus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Promops nasutus
Immagine di Promops nasutus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Molossidae
Sottofamiglia Molossinae
Genere Promops
Specie P.nasutus
Nomenclatura binomiale
Promops nasutus
Spix, 1823
Sinonimi

P.fumarius, P.ursinus

Promops nasutus (Spix, 1823) è un pipistrello della famiglia dei Molossidi diffuso nell'America meridionale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 63 e 86 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 46 e 49,3 mm, la lunghezza della coda tra 41 e 51 mm, la lunghezza del piede tra 12 e 13 mm, la lunghezza delle orecchie tra 13 e 17 mm e un peso fino a 14 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Le parti dorsali sono brunastre con la base dei peli più chiara, mentre le parti ventrali sono più chiare e grigiastre. Il muso è corto, stretto, elevato e con le narici situate in punta e che si aprono frontalmente. Il labbro superiore è privo di pliche cutanee, mentre sono presenti dei ciuffi di setole sopra la bocca. Le orecchie sono corte, triangolari con l'estremità arrotondata ed unite anteriormente alla base, dove è presente una cresta di lunghi peli. Il trago è piccolo e nascosto dietro l'antitrago, il quale è grande, rotondo e compresso alla base. Le membrane alari sono lunghe e strette. La coda è lunga, tozza e si estende per circa la metà oltre l'uropatagio. I maschi hanno delle sacche golari ben sviluppate.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia nelle cavità degli alberi.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Danno alla luce un piccolo alla volta alla fine della stagione delle piogge.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa nell'America meridionale, dalla Colombia sud-orientale fino all'Argentina nord-orientale eccetto gran parte del bacino amazzonico brasiliano. È presente anche sull'isola di Trinidad.

Vive foreste tropicali sempreverdi fino a 1.000 metri di altitudine.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Sono state riconosciute 5 sottospecie:

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la popolazione presumibilmente numerosa, classifica P.nasutus come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Barquez, R. & Diaz, M. 2008, Promops nasutus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Promops nasutus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Eisenberg & Redford, 1992, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • John F.Eisenberg & Kent H.Redford, Mammals of the Neotropics, Volume 3:Ecuador, Peru, Bolivia, Brazil, The University of Chicago Press, 2000. ISBN 97800226195421
  • Alfred L. Gardner, Mammals of South America, Volume 1: Marsupials, Xenarthrans, Shrews, and Bats, University Of Chicago Press, 2008. ISBN 9780226282404

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi