Prolet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nel romanzo di George Orwell 1984, prolet è la traduzione in Neolingua di proletariato, il popolo governato dall'immaginario stato dell'Oceania, uno dei tre paesi in cui è diviso il mondo. Il partito è ispirato ai regimi dittatoriali dello stalinismo e del nazismo e governa assolutisticamente il paese controllando le menti dei suoi abitanti, spiandoli e diventando quindi l'unica ragione di vita dei suoi affiliati.

La struttura piramidale della società oceanica in 1984.

I prolet sono la forza lavoro, adibita ai lavori più pesanti e con compiti diversificati da quelli che hanno i membri del Partito. A differenza però da questi ultimi, i Prolet non sono costantemente spiati e non sono obbligati a partecipare alle iniziative del Partito. Questo perché sono considerati delle masse insignificanti, al livello degli animali.

I prolet, come gran parte del partito, vivono in miseria, ma la parte dominante del Partito dà a credere che non sia realmente così. Come è raccontato nel libro, ai Prolet corrisponde circa l'85% della popolazione di Oceania.

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura