Proiezione stereografica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Proiezione stereografica

In geometria e in cartografia per proiezione stereografica si intende la proiezione dei punti sulla superficie di una sfera da un punto N della sfera stessa (che spesso viene chiamato polo Nord della sfera) sopra un piano che è, solitamente, o il piano equatoriale, o il tangente alla sfera nel suo punto (antipodale ad N) chiamato S, polo Sud.

Questa proiezione determina una corrispondenza biunivoca tra i punti della sfera privata di N e i punti del piano. Questa può estendersi ad una corrispondenza biunivoca tra punti della sfera e i punti del piano ampliato con un punto all'infinito: basta far corrispondere a questo il polo Nord.

Questa proiezione associa alle circonferenze ottenute intersecando la sfera con piani paralleli a quello tangente in S delle circonferenze del piano aventi centro in S. Unico punto fisso della proiezione è S, punto limite delle circonferenze precedenti.

In cartografia una proiezione stereografica della Terra è detta polare, equatoriale o obliqua in funzione della scelta del punto di proiezione (un polo, un punto sull'equatore, o altrove).

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Panorama con proiezione stereografica della cima Dent de Vaulion nel Canton Vaud, Svizzera

La sfera unitaria nello spazio tridimensionale R3 è l'insieme dei punti (x, y, z) tali che x2 + y2 + z2 = 1. Sia N = (0, 0, 1) il "polo nord", e sia M il resto della sfera. Il piano z = 0 passa per il centro della sfera; l'"equatore" è l'intersezione della sfera con questo piano.

Per ogni punto P su M, esiste un'unica retta passante per N e P, e questa retta interseca il piano z = 0 in un unico punto P'. Si dice proiezione stereografica di P questo punto P' nel piano.

Esprimiamo la proiezione stereografica in formule esplicite. In coordinate cartesiane (xyz) sulla sfera e (XY) sul piano, la proiezione e la sua inversa sono date dalle formule

(X, Y) = \left(\frac{x}{1 - z}, \frac{y}{1 - z}\right),
(x, y, z) = \left(\frac{2 X}{1 + X^2 + Y^2}, \frac{2 Y}{1 + X^2 + Y^2}, \frac{-1 + X^2 + Y^2}{1 + X^2 + Y^2}\right).

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Ipparco di Nicea mostrò che la proiezione stereografica è una proiezione conforme (mantiene gli angoli) e che l'immagine di una circonferenza può essere solo una retta o una circonferenza.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]