Priscilla Wellesley-Pole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto della contessa di Westmorland, di John Rogers Herbert.

Priscilla Anne Wellesley-Pole, contessa di Westmorland (1793Londra, 18 febbraio 1879) è stata una nobildonna e artista inglese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era la quartogenita di William Wellesley-Pole, III conte di Mornington, e di sua moglie, Catherine Elizabeth Forbes, figlia dell'ammiraglio John Forbes. Arthur Wellesley, I duca di Wellington era suo zio.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Sposò, il 26 giugno 1811, il generale John Fane, XI conte di Westmorland, figlio di John Fane, X conte di Westmorland e di Sarah Child. Ebbero sei figli:

  • John Arthur Fane (12 febbraio 1816-29 agosto 1816);
  • George Fane, Lord Burghersh (18 giugno 1819-29 aprile 1848);
  • Ernest Fane, Lord Burghersh (7 gennaio 1824-22 giugno 1851), sposò Augusta Locke, non ebbero figli;
  • Francis Fane, XII conte di Westmorland (19 novembre 1825-3 agosto 1891);
  • Lady Rose Sophia Mary Fane (?-14 febbraio 1921), sposò Henry Weigall, non ebbero figli;
  • Lord Julian Henry Charles Fane (10 ottobre 1827), sposò lady Adine Cowper, ebbero due figli;

Era un linguista e un' artista illustre. Ha ricevuto lezioni di arte da William Salter e fu il suo mecenate indulgente.[1]

Morte[modifica | modifica sorgente]

Morì il 18 febbraio 1879, a Londra. Fu sepolta a Apethorpe, nel Northamptonshire.

Note[modifica | modifica sorgente]