Principessa reale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Principessa Reale)
Anna, principessa reale, attuale detentrice del titolo

Principessa reale[1] è il titolo usualmente (ma non automaticamente) conferito da un monarca britannico alla sua figlia maggiore. Il titolo viene detenuto a vita, cosicché una principessa non può riceverlo mentre è in vita un'altra principessa reale (in particolare, la regina Elisabetta II non godette mai del titolo in quanto sua zia, la principessa Mary, ne era in possesso). In complesso ci sono state sette principesse reali. [2] L'attuale principessa reale è la principessa Anna.

Il titolo nacque quando la regina Enrichetta Maria (1609-1669), figlia di Enrico IV di Francia e moglie di Carlo I (1600-1649), volle imitare l'uso francese di riferirsi alla figlia maggiore del re di Francia con la forma di Madame Royale.

Il titolo è concesso con regio decreto.

La principessa Maria, in seguito regina Maria II d'Inghilterra (1662-1694), figlia maggiore di Giacomo II, e Sofia Dorotea (1687-1757), unica figlia di re Giorgio I, furono candidate per l'utilizzo del titolo, ma non lo ricevettero. Infatti, al momento che avrebbero potuto essere insignite del nuovo titolo, Maria era già Principessa d'Orange, mentre Sofia Dorotea era regina in Prussia.

Lista di principesse reali[modifica | modifica wikitesto]

La seguente è la lista completa delle donne ufficialmente insignite del titolo di Principessa Reale:

██ Disputato

Ordine Nome
dates
Ritratto Principessa Reale
dal (data) al (data)
Genitore Data di matrimonio Marito
date
1 Maria Enrichetta, Princess Royal
1631–1660
Marie Henriette Stuart.jpg 1642–1660 Carlo I
1600–1649
1641 Guglielmo II, Principe d'Orange
1626–1650
Disputato[3] Luisa Maria Teresa Stuart
1692-1712
François de Troy, Portrait of Princess Louisa Maria Stuart (c. 1705).jpg 1692-1712 Giacomo II
1633-1701
- -
2 Anna, Princess Royal
1709–1759
Accama Anna van Hannover.jpg 1727–1759 Giorgio II
1683–1760
1734 Guglielmo, Principe d'Orange
1711–1751
3 Carlotta, Princess Royal
1766–1828
Charlotte Mathilde von England.jpg 1789–1828 Giorgio III
1738–1820
1797 re Federico I del Württemberg]]
1754–1816
4 Vittoria, Princess Royal
1840–1901
Victoria, Princess Royal.jpg 1841–1901 Vittoria
1819–1901
1858 Federico III, Imperatore di Germania
1831–1888
5 Luisa, Princess Royal
1867–1931
Louise Princess Royal.jpg 1905–1931 Edoardo VII
1841–1910
1889 Alexander Duff, I duca di Fife
1849–1912
6 Mary, Princess Royal
1897–1965
Mary, Princess Royal and Countess of Harewood.jpg 1932–1965 Giorgio V
1865–1936
1922 Henry Lascelles, VI conte di Harewood
1882–1947
7 Anna
1950–
Princesa Ana do Reino Unido.jpg 1987–present Elisabetta II
1926–
1973–1992 Mark Phillips
1948-
1992 Sir Timothy Laurence
1955–

Figlie maggiori del re[modifica | modifica wikitesto]

Anche prima che si iniziasse a concedere il titolo di principessa reale, la figlia maggiore del re d'Inghilterra aveva uno status speciale per la legge. Secondo la Magna Carta, i baroni del regno dovevano contribuire per finanziare il primo matrimonio della figlia maggiore del sovrano; [4] in base ad uno statuto del 25º anno di regno di Edoardo III, dormire con la figlia maggiore del re prima del suo matrimonio costituiva un atto di alto tradimento punibile con la morte. [5]

Qui di seguito è riportata la lista delle figlie maggiori di monarchi regnanti d'Inghilterra, Gran Bretagna o Regno Unito che non ricevettero il titolo di principessa reale:

  1. 1066 o 1067-1087: Adele di Normandia (1062 o 1067-1137?), figlia di Guglielmo il Conquistatore e moglie di Stefano II, conte di Blois;
  2. 1102-1135: Imperatrice Matilde (1102-1167), figlia di Enrico I d'Inghilterra e moglie di Enrico V di Franconia, in seguito di Goffredo V d'Angiò, madre di Enrico II d'Inghilterra; venne nominata erede del trono d'Inghilterra dal padre e fu effettivamente regina per un solo anno, nel 1141;
  3. 1136-1154: Maria di Boulogne (1136-1182), figlia di Stefano d'Inghilterra e moglie di Matteo d'Alsazia, conte di Boulogne;
  4. 1156-1189: Matilde, duchessa di Sassonia (1156-1189), figlia di Enrico II d'Inghilterra e moglie di Enrico il Leone, duca di Sassonia;
  5. 1210-1216: Giovanna d'Inghilterra (1210-1238), figlia di Giovanni d'Inghilterra e moglie di re Alessandro II di Scozia;
  6. 1240-1272: Margherita d'Inghilterra (1240-1275), figlia di Enrico III d'Inghilterra e moglie di re Alessandro III di Scozia;
  7. 1272-1298: Eleonora d'Inghilterra (1269-1298), figlia di Edoardo I d'Inghilterra e moglie di Enrico III di Bar;
  8. 1298-1307: Giovanna d'Acri (1272-1307), altra figlia di Edoardo I d'Inghilterra e moglie di Gilberto de Clare, 7º conte di Hertford; rimasta vedova sposò Ralph de Monthermer, 1º barone Monthermer. Visto che sua sorella più grande morì durante il regno del padre lei divenne la figlia maggiore del monarca regnante;
  9. 1307: Margherita Plantageneto (1275-1333?), figlia anch'essa di Edoardo I d'Inghilterra e moglie di Giovanni II, duca di Brabante. Fu la figlia maggiore del re per brevissimo tempo, tra la morte della sorella Giovanna nell'aprile 1307 e la morte del padre nel luglio dello stesso anno;
  10. 1318-1327: Eleonora di Woodstock (1318-1355), figlia di Edoardo II d'Inghilterra e moglie di Reginaldo II di Gheldria;
  11. 1332-1377: Isabella di Coucy (1332-1379 o 1382), figlia di Edoardo III d'Inghilterra e moglie di Enguerrand VII di Coucy;
  12. 1399-1409: Bianca d'Inghilterra (1392-1409), figlia di Enrico IV d'Inghilterra e moglie di Ludovico III del Palatinato, figlio di Roberto del Palatinato;
  13. 1409-1413: Filippa d'Inghilterra (1394-1430), figlia di Enrico IV d'Inghilterra e moglie di Eric di Pomerania, re di Danimarca, Norvegia e Svezia. Divenne la figlia maggiore del sovrano regnante alla morte della sorella Bianca;
  14. 1466-1483: Elisabetta di York (1466-1503), figlia di Edoardo IV d'Inghilterra e moglie di Enrico VII d'Inghilterra, erede presuntiva tra il 1466 ed il 1470;
  15. 1489-1509: Margherita Tudor (1489-1541), figlia di Enrico VII d'Inghilterra e moglie di re Giacomo IV di Scozia, erede presuntiva tra nel 1509-1511 e nel 1511-1516;
  16. 1516-1547, ma dichiarata illegittima nel 1533, Maria (1516-1558), figlia di Enrico VIII d'Inghilterra e moglie di Filippo II di Spagna, erede presuntiva nel 1516-1534 e nel 1547-1533. Divenne effettivamente regina d'Inghilterra e Irlanda come Maria I (1533-1558);
  17. 1603-1625: Elisabetta Stuart (1596-1662), figlia di Giacomo I d'Inghilterra e moglie di Federico V Elettore Palatino, erede presuntiva tra il 1625 ed il 1630;
  18. 1685-1689: Maria (1662-1694), figlia di Giacomo II d'Inghilterra e moglie di Guglielmo III d'Orange, erede presuntiva nel 1685-1688, divenne poi regina d'Inghilterra, Scozia e Irlanda come Maria II (1689-1694);
  19. 1714-1727: Sofia Dorotea di Hannover (1687-1757), figlia di Giorgio I di Gran Bretagna e moglie di Federico Guglielmo I di Prussia; era già divenuta regina di Prussia prima che il padre ascendesse al trono;
  20. 1936-1952 Elisabetta (n. 1926), figlia di Giorgio VI del Regno Unito e moglie del principe Filippo, duca di Edimburgo; fu erede presuntiva nel 1936-1952 ed in seguito divenne regina del Regno Unito come Elisabetta II. Non divenne principessa reale perché mentre era ancora figlia di re, era ancora in vita un'altra principessa reale, Mary, contessa di Harewood.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The British Monarchy - The Princess Royal
  2. ^ Who were the princesses who bore the style "Princess Royal"? su www.heraldica.org
  3. ^ La principessa Luisa Maria Teresa (1692-1712), ultima figlia di re Giacomo II, nata dopo che egli perse la corona nella Gloriosa rivoluzione, ricevette il titolo di Principessa Reale durante l'esilio del padre a Saint-Germain-en-Laye e venne così chiamata dai Giacobiti, benché ella non fu mai la maggiore delle figlie viventi di Giacomo II.
  4. ^ Nullum scutagium vel auxilium ponatur in regno nostro.... nisi.... ad filiam nostram primogenitam semel maritandam - La Magna Carta
  5. ^ si home violast la compaigne le roy, ou leigne file le roy nient marie, ou la compaigne leigne fitz et heire le roy.... doit estre ajugge treson a nostre Seigneur le Roi - Lo Statuto di Edoardo III

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]