Princess Tutu - Magica ballerina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Princess Tutu)
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Princess Tutu - Magica ballerina
serie TV anime
Princess Tutu danza il Valzer dei fiori
Princess Tutu danza il Valzer dei fiori
Titolo orig. プリンセスチュチュ
(Purinsesu Chuchu)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autori
Regia
Soggetto
Sceneggiatura
Character design Ikuko Itō
Dir. artistica Ken'ichi Tajiri
Studio Hal Film Maker
Musiche Kaoru Wada
Episodi 26 (completa)
Durata ep. 24 min
Reti it. Play Press (edizione su DVD), Jim Jam
Episodi it. 26 (completa)
Target shōjo, shōnen
Tema balletto

Princess Tutu - Magica ballerina (プリンセスチュチュ Purinsesu Chuchu?) è un anime prodotto in Giappone nel 2002 (prima stagione) e nel 2003 (seconda stagione) in 26 episodi complessivi, creato da Jun'ichi Satō e Ikuko Itō, animato dalla Hal Film Maker e pubblicato in Italia su DVD da Play Press.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ahiru (letteralmente "papera") è una paperella che un giorno vede ballare un bellissimo principe, il quale dopo aver perduto il suo cuore, sacrificato per sconfiggere il malvagio Corvo, è diventato una bambola senz'anima e priva di sentimenti. Innamorata di lui ed impietosita dai suoi occhi tristi, ultimo residuo della sua personalità perduta, Ahiru desidera con tutta se stessa di poterlo aiutare; il suo desiderio viene esaudito e grazie ad un magico medaglione donatole dal vecchio ed inquietante Drosselmeyer, diventa una giovane e goffa ragazza che frequenta una scuola di balletto. In caso di necessità il medaglione le permette di diventare Princess Tutu, magica principessa ballerina che ha il compito di ritrovare i frammenti del cuore del principe, in realtà il suo misterioso compagno di scuola e senpai Mytho, e restituirgli quindi i sentimenti perduti.

La storia esplora le conseguenze delle azioni di Ahiru/Princess Tutu e come queste influenzino la sua vita e quella di coloro intorno a lei, in particolare Rue, compagna di classe innamorata di Mytho, e Fakir, amico d'infanzia e compagno di corso di Mytho che sembra soggiogare la sua volontà, ma che in realtà ha votato la sua vita a proteggerlo da sé stesso e dal mondo esterno.

Kinkan Town, la cittadina dove si svolgono questi avvenimenti, è permeata dall'antica leggenda del Principe ed il Corvo e lentamente realtà e fiaba si fondono e diventano indistinguibili. Ahiru, Rue, Mytho, e Fakir sono destinati ad interpretare il ruolo dei personaggi dell'ultima storia scritta da Drosselmeyer, morto prima di terminare il suo lavoro. I personaggi cominciano però a resistere ai vincoli assegnati agli infausti destini che lo scrittore ha loro assegnato, e a lottare per evitare che la storia diventi una tragedia.

La fiaba[modifica | modifica wikitesto]

La storia segue le fila della fiaba "Il Principe e il Corvo", dove si racconta dell'epica lotta tra il Principe contro il malvagio Corvo. Per vincere il Principe non esita a strapparsi il cuore dal petto con una magia proibita: il cuore andrà in pezzi e i suoi frammenti imprigioneranno il Corvo sotto la città. Il Principe, privato del suo cuore e dei suoi sentimenti è condannato a vagare senza meta e senza più personalità, ma la Principessa Tutu, riuscirà a recuperare e a restituirgli tutti i frammenti del suo cuore infranto, per poi scomparire trasformata in "polvere di luce" dopo avergli confessato il suo amore per lui. Il malvagio Corvo però sarà di nuovo libero e solo il Cavaliere, votato alla protezione del suo Principe, con il suo coraggio e il suo sacrificio riuscirà ad averne la meglio, per poi soccombere dilaniato dai suoi artigli. Il Principe, sconfitto il suo nemico, ma senza la donna che lo amava e l'amico che l'aveva sempre protetto, dovrà continuare ad affrontare la vita da solo.

Osservazioni[modifica | modifica wikitesto]

Princess Tutu contiene elementi di fiabe e di balletti classici, ed in particolare la trama generale della serie è costruita fondendo la fiaba del Il brutto anatroccolo di Hans Christian Andersen con il balletto Il lago dei cigni di Pëtr Il'ič Čajkovskij. Ogni singolo episodio, inoltre, si ispira ad un balletto che viene raccontato e spiegato, e la sua musica viene usata come colonna sonora facendo assumere alla serie anche un ruolo didattico ed introduttivo al mondo del balletto.

Anche se apparentemente la serie sembrerebbe indirizzata ad un pubblico infantile, soprattutto per il character design semplice e delicato, la storia drammatica, le atmosfere cupe e le situazioni affrontate denotano come sia invece rivolta ad un pubblico che coinvolge entrambi i target shōjo e shonen[1] e tocca una fascia d'età molto ampia, poiché vi sono vari piani di comprensione della storia e livelli di lettura narrativi, strutturati in modo tale che si crei un gioco di specchi tra realtà e fiaba intrecciate al punto da non riuscire più a distinguerle.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ahiru/Princess Tutu

Età: 13 anni; ruolo: cigno bianco Odette

Apparentemente è una goffa ragazzina tredicenne che frequenta una scuola di ballo di Kinkan Town. Quando comincia a fare strani sogni dove si vede come una paperella, con sgomento si rende conto che la sua memoria non va indietro nel tempo se non per qualche giorno soltanto: forse lei è veramente una papera, trasformata per magia in ragazza per qualche scopo misterioso.
In realtà Ahiru ("papera" in giapponese) è stata scelta dallo scrittore Drosselmeyer per impersonare la Principessa Tutu, e permettere alla sua fiaba "Il Principe e il Corvo" di essere portata a compimento. La Principessa Tutu è un personaggio secondario della storia, il cui compito è quello di recuperare i frammenti del cuore infranto del Principe e di restituirgleli, ridandogli così l'anima e la personalità perduta. Nel racconto la Principessa è condannata a trasformarsi in polvere dopo avergli confessato il suo amore per lui.
Ahiru scopre che il Principe della fiaba è impersonato da Mytho senpai, uno studente delle classi superiori di cui lei, goffa e strana com'è, è innamorata senza speranza. Come Principessa Tutu dovrà quindi portare a compimento quanto scritto nella storia, tentando però di non andare incontro alla triste fine a cui sembra essere destinata.
  • Mytho

Età: sconosciuta; ruolo: principe Siegfried

Non si sa quale sia la sua origine. È stato trovato da Fakir che l'ha condotto a casa sua dove ha vissuto come un fratello, quando era ancora un ragazzino. Mytho non è il suo vero nome, è stato chiamato così da Fakir perché gli ricordava il mito del Principe nella fiaba "Il Principe e il Corvo". Mytho infatti non ha più il cuore ed è ridotto ormai ad un guscio vuoto senz'anima, personalità e sentimenti.
  • Fakir

Età: 17; ruolo: cavaliere

Ha votato la sua vita a proteggere Mytho contro gli altri e contro anche sé stesso, dopo essersi reso conto che il suo amico fraterno, totalmente privo di sentimenti, è assolutamente indifeso. Quando si rende conto che la sua vita e quella di coloro che lo circondano si sta stranamente trasformando nella fiaba "Il Principe e il Corvo", lotta con tutte le sue forze contro la Principessa Tutu ed il destino affinché i frammenti del cuore infranto di Mitho non vengano recuperati. Fakir sa infatti che nella fiaba lui rappresenta il Cavaliere, ed è terrorizzato dalla terribile morte che la storia gli riserva. Alla fine si rende però conto che non è giusto che Mytho passi la sua vita ridotto ad una bambola senz'anima e aiuterà la Principessa Tutu a portare a termine il suo compito, tentando però di sovvertire l'infausto finale della storia.
  • Rue/Princess Kraehe

Età:14; ruolo: cigno nero Odile

Compagna di corso di Ahiru, inizialmente fa coppia fissa con Mytho. Lei lo ama perdutamente e non le interessa che Mytho, svuotato del cuore e dell'anima, non provi nulla per lei. In realtà Rue è la Principessa Kraehe, la figlia del Grande Corvo imprigionato dal Principe Mytho. Inizialmente osteggia la Principessa Tutu, sua rivale in amore, che restituendo il cuore a Mytho potrebbe scuoterlo dalla sua apatia, ma poi si rende conto che portando a termine il suo lavoro la Principessa Tutu inconsapevolmente libererà il Grande Corvo, seguendo fino in fondo la tragica storia che tutti stanno impersonando.

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Giapponesi[modifica | modifica wikitesto]

Sigla iniziale
Morning Grace (Morning Grace?) (Ritsuko Okazaki) cantata da Ritzuko Okazaki; usata anche come sigla finale per l'episodio 13
Sigla finale
Watashi no ai wa chiisai keredo (私の愛は小さいけれど?) (Ritzuko Okazaki) cantata da Ritsuko Okazaki

Italiana[modifica | modifica wikitesto]

  • Princess Tutù (S. Verduci - S. Verduci, G. De Stefano) cantata da Santo Verduci

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi Voce originale Voce italiana
Ahiru / Princess Tutu Nanae Katou Beatrice Margiotti
Rue / Princess Kraehe Nana Mizuki Emilia Costa
Mytho Naoki Yanagi Federico Di Pofi
Fakir Takahiro Sakurai Daniele Barcaroli
Maestro gatto Yasunori Matsumoto
Il corvo Takayuki Sugo
Voce narrante Kyoko Kishida Antonella Rinaldi

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

In Giappone Princess Tutu è stato trasmesso in due stagioni. La prima stagione è costituita da 13 episodi di circa mezzora l'uno, Nella seconda stagione i 13 episodi sono stati invece trasmessi divisi in due parti di circa un quarto d'ora, tranne l'ultimo trasmesso per intero. Questo ha portato alcune fonti a segnalare erroneamente in 38 il numero degli episodi complessivi[2].

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji - Traduzione letterale
In onda
Giappone
Prima stagione - Capitolo dell'uovo (13 episodi)
1 Il principe e la papera
「あひると王子さま」 - ahiruto ōji sama  –  (Der Nußknacker: Blumenwalzer)
16 agosto 2002
2 Il lago dei cigni
「心のかけら」 - kokoro nokakera  –  (Schwanensee: Scène finale)
23 agosto 2002
3 Hansel e Gretel
「プリンセスの誓い」 - purinsesu no chikai  –  (Dornröschen: Panorama)
30 agosto 2002
4 La Giselle
「ジゼル」 - jizeru  –  (Giselle)
6 settembre 2002
5 La Fenice
「火祭りの夜に」 - himatsuri rino yoru ni  –  (Bilder einer Ausstellung: Die Katakomben)
13 settembre 2002
6 La Bella Addormentata nel bosco
「夢見るオーロラ」 - yumemi ru orora  –  (Dornröschen: Prolog)
20 settembre 2002
7 La Principessa Kraehe
「からす姫」 - karasu hime  –  (An der schönen blauen Donau)
27 settembre 2002
8 La Spada
「戦士の泉」 - senshi no izumi  –  (Fantasie-Ouvertüre "Romeo und Julia")
4 ottobre 2002
9 Le scarpette nere
「黒い靴」 - kuroi kutsu  –  (Bilder einer Ausstellung: Alten Schloß)
11 ottobre 2002
10 Cenerentola
「シンデレラ」 - shinderera  –  (Aschenbrodel: Walzer-Coda)
18 ottobre 2002
11 La Silfide
「ラ・シルフィード」 - ra. shirufido  –  (La Sylphide)
25 ottobre 2002
12 Il banchetto dell'oscurità
「闇の宴」 - yami no utage  –  (Scheherazade)
1º novembre 2002
13 Il lago dei cigni
「白鳥の湖」 - hakuchō no mizūmi  –  (Schwanensee)
8 novembre 2002
Seconda stagione - Capitolo del pulcino (13 episodi)
14 Il grande corvo
「大鴉」 - dai karasu  –  (Blumenwalzer)
15 novembre 2002
22 novembre 2002
15 Coppelia
「コッペリア」 - kopperia  –  (Coppelia)
29 novembre 2002
6 dicembre 2002
16 La preghiera di una vergine
「乙女の祈り」 - otome no inori  –  (Gebet einer Jungfrau)
13 dicembre 2002
20 dicembre 2002
17 Don Chisciotte
「罪と罰」 - tsumi to batsu  –  (Carmen: Aragonaise)
10 gennaio 2003
17 gennaio 2003
18 Danza macabra
「彷徨える騎士」 - hōkō eru kishi  –  (Egmont Ouvertüre)
24 gennaio 2003
31 gennaio 2003
19 Sogno di una notte di mezza estate
「真夏の夜の夢」 - manatsu no yoru no yume  –  (Ein Sommernachtstraum)
7 febbraio 2003
14 febbraio 2003
20 La sposa venduta
「忘れられた物語」 - wasure rareta monogatari  –  (Die verkaufte Braut)
21 febbraio 2003
28 febbraio 2003
21 I tessitori
「紡ぐ者たち」 - tsumugu mono tachi  –  (Lieder ohne Worte)
7 marzo 2003
14 marzo 2003
22 La corona di pietra
「石の冠」 - ishi no kan  –  (Das große Tor von Kiew)
21 marzo 2003
28 marzo 2003
23 Le marionette
「マリオネッテ」 - marionette  –  (Ruslan und Ludmilla)
4 aprile 2003
11 aprile 2003
24 Lo schiaccianoci
「王子とカラス」 - ōji to karasu  –  (Danse Macabre)
18 aprile 2003
25 aprile 2003
25 La morte del cigno
「瀕死の白鳥」 - hinshi no hakuchō  –  (Romeo und Julia)
2 maggio 2003
9 maggio 2003
26 Il Finale
「フィナーレ」 - finare  –  (Der Nußknacker)
23 maggio 2003

Manga[modifica | modifica wikitesto]

L'adattamento manga della serie è stato scritto da Mizuo Shinonome ed è stato pubblicato in Giappone dall'editore Akita Shoten nella rivista Champion Red, dedicata ai manga shōnen ed è stata raccolta in due tankōbon nel 2003.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Princess Tutu - Sezione: Age rating, Anime News Network. URL consultato il 05-09-2009.
  2. ^ Princess Tutu - Sezione: Number of episodes, Anime News Network. URL consultato il 05-09-2009. e Episode list for "Princess Tutu", The Internet Movie Database. URL consultato il 06-09-2009. dove è presente l'errore, mentre in 女性声優とか プリンセスチュチュ, anime.marumegane.com. URL consultato il 06-09-2009. è riportato il numero corretto di episodi nonché il particolare della doppia data di trasmissione.
  3. ^ Princess Tutu (manga), Anime News Network. URL consultato il 28-01-2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga