Prevostato di Ellwangen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma del Principato Prevostale di Ellwangen

Il Prevostato o Abbazia di Ellwangen, fu uno stato teocratico tedesco. Esso fu il più antico monastero benedettino attualmente presente nel Baden-Württemberg, a Ellwangen, a circa 100 chilometri da Stoccarda.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La chiesa abbaziale del complesso di Ellwangen
Ariolfo, Vescovo di Langres

Il principato venne fondato da Ariolfo, Vescovo di Langres, attorno al 764 (anche se alcuni scavi recenti hanno ritrovato tracce di strutture risalenti al 732). A quasi tre secoli dalla sua fondazione, nel 1011, l'Imperatore Enrico II il Santo concesse a questa abbazia il titolo di Abbazia imperiale, privilegio che venne convermato da Carlo IV nel 1347.

Nel suo periodo abbaziale, Ellwangen diede molti uomini di valente cultura: gli abati Lindolfo e Erfinano divennero famosi al loro tempo, secondo gli studi realizzati sull'argomento dallo studioso ed ecclesiastico francese Mabillon. L'Abate Gebardo scrisse parte della "Vita di Sant'Ulrico", ma morì prima di completare tale opera. L'Abate Ermenrico (c. 845) fu autore della Vita di San Solone. Il monaco Adalberone divenne in seguito vescovo di Augusburg nell'894 e l'Abate Liutberto divenne arcivescovo di Magonza, così pure l'Abate Hatto (891). San Gebardo, Abate di Ellwangen, divenne Vescovo di Augsburg nel 995, mentre l'Abate Milone a metà del X secolo divenne visitatore all'Abbazia di San Gallo.

Nel 1460 il capitolo della chiesa nominò il primo vicario con una funzione di reggenza della città, facendo passare l'amministrazione dell'intera struttura al clero secolare che vi pose a capo un prevosto. Al momento della secolarizzazione nel 1802 il paese contava circa 20.000 abitanti sparsi nel territorio del prevostato, che si estendeva per circa 500 chilometri quadrati nelle aree circostanti. Esso comprendeva le aree di Ellwangen, Tannenberg e Kochenburg. Nel 1471 acquisì Rötlen, nel 1545 Wasseralfingen e nel 1609 Heuchlingen. Con l'elevazione di Fulda a diocesi, Ellwangen divenne il primo Prevostato principesco dell'impero, seguito da Kempten, e Berchtesgaden. Nel 1800 ottenne il Cantone Odenwald. Nel 1802, alla sua secolarizzazione, il prevostato passò al Württemberg, rientrando nella regione amministrativa del Neuwürttemberg. Nel 1806 entrò anche a far parte del Regno del Württemberg, seguendo quindi le sorti dello stato.

Rilevante è il castello eretto sulla collina sovrastante Ellwangen.

Abati di Ellwangen (764-1461)[modifica | modifica sorgente]

  • Hariolf 764–780
  • Wikterp 780–800
  • Grimoaldo 800–808
  • Otaldo 808– ?
  • Adelgaro I ? –830
  • Ganderado 830–844
  • Ermanrico 844–862
  • Benno 862–870
  • Asterizio 870–874
  • Liutberto di Magonza 874–889
  • Salomone 889–896
  • Hatto I di Magonza 896–913
  • Adalbero von Dillingen 913–922
  • Gerberto 922–944
  • Ermanno 944–965
  • Milo 965–968
  • Ardoberto 968–974
  • Winitardo 974–982
  • Gebardo von Ammerthal 982–998
  • Hartmann 998–1011
  • Berengario 1011–1026
  • Odenberto 1026–1035
  • Riccardo I 1035–1040
  • Aronne 1040–1060
  • Regingardo 1060–1076
  • Udo 1076–1090
  •  ?
  • Adelgardo II 1094–1102
  • Ebbo 1102–1113
  • Riccardo II 1113–1118
  • Elmerico di Öttingen 1118–1136
  • Alberto I von Ramsberg 1136–1173
  • Alberto II von Konigsberg 1173–1188
  • Kuno I 1188–1218
  • Godebaldo I 1219–1228
  • Alberto III. 1228–1240
  • Sigfrido I 1240–1242
  • Rutgero 1242–1246
  • Godebaldo II 1246–1249
  • Rodolfo I 1250–1256
  • Ottone I di Schwabsberg 1256–1269
  • Corrado 1269–1278
  • Eckhard von Schwabsberg 1278–1309
  • Erenfrido von Vellberg 1309–1311
  • Rodolfo II von Pfahlheim 1311–1333
  • Kuno II von Gundelfingen 1333–1367
  • Alberto IV Hack von Wöllstein 1367–1401, † 1404
  • Sigfrido II Gerlacher 1401–1427
  • Giovanni I von Holzingen 1427–1452
  • Giovanni II von Hürnheim 1452–1461, † 1480

Prevosti di Ellwangen (1461-1802)[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]