Prelatura territoriale di Loreto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Prelatura territoriale di Loreto
Praelatura Territorialis ab Alma Domo Lauretana
Chiesa latina
Ancona loreto.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Ancona-Osimo
Regione ecclesiastica Marche
  Prelatura territoriale di Loreto.svg
Prelato Giovanni Tonucci
Prelati emeriti cardinale Loris Francesco Capovilla
Sacerdoti 49 di cui 2 secolari e 47 regolari
227 battezzati per sacerdote
Religiosi 52 uomini, 214 donne
Abitanti 11.694
Battezzati 11.150 (95,3% del totale)
Superficie 17 km² in Italia
Parrocchie 5
Erezione 11 ottobre 1935
Rito romano
Cattedrale Santuario della Santa Casa
Indirizzo Piazza della Madonna 1, 60025 Loteto [Ancona], Italia
Sito web www.webdiocesi.chiesacattolica.it
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Italia

La prelatura territoriale di Loreto (in latino: Praelatura Territorialis ab Alma Domo Lauretana) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Ancona-Osimo appartenente alla regione ecclesiastica Marche. Nel 2004 contava 11.150 battezzati su 11.694 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo (titolo personale) Giovanni Tonucci.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Loreto.

La prelatura comprende la città di Loreto e ha la cattedra arcivescovile nella Basilica della Santa Casa.

Il suo territorio, suddiviso in 5 parrocchie, ricalca totalmente quello del comune di Loreto (17 km²) e confina con l'arcidiocesi di Ancona-Osimo e la diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia.

Parrocchie[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1586 Loreto faceva parte del territorio della diocesi di Recanati. Il luogo crebbe d'importanza dopo che, secondo la tradizione, nella notte fra il 9 ed il 10 dicembre 1294, durante l'episcopato di Salvo, avvenne la traslazione della Santa Casa di Nazareth a Loreto, che allora faceva parte del territorio della diocesi di Recanati.

Il 17 marzo 1586 papa Sisto V con la bolla Pro excellenti elevò Loreto al grado di città e diocesi e soppresse la diocesi di Recanati. Il 9 febbraio 1592 la diocesi di Recanati fu ristabilita da papa Clemente VIII ed unita aeque principaliter a quella di Loreto.

Il 15 settembre 1934 papa Pio XI, dando attuazione al concordato del 1929, con la bolla Lauretanae Basilicae soppresse la cattedra vescovile di Loreto, incorporando il suo territorio in quello di Recanati, ad eccezione del santuario lauretano che fu posto sotto la diretta autorità della Santa Sede.

L'11 ottobre 1935 venne estesa la giurisdizione dell'Amministratore Pontificio al territorio della città di Loreto. Due sono stati gli amministratori pontifici: Francesco Borgongini Duca e Primo Principi, entrambi residenti in Roma, rappresentati a Loreto da due vicari, Gaetano Malchiodi (1935-1960) ed Angelo Prinetto, (1961-1965).

Infine, il 24 giugno 1965, papa Paolo VI con la bolla Lauretanae Almae Domus soppresse l'Amministrazione Pontificia e creò la Delegazione Pontificia per il Santuario di Loreto e la Prelatura della Santa Casa, istituendo nello stesso tempo la cattedra vescovile nella basilica.

L'11 marzo 2000 la prelatura, finora immediatamente soggetta alla Santa Sede, entra a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Ancona-Osimo.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Comunità religiose[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La prelatura al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 11.694 persone contava 11.150 battezzati, corrispondenti al 95,3% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1966 10.428 10.428 100,0 72 3 69 144 122 269 4
1970 10.944 10.944 100,0 60 4 56 182 105 185 4
1980 10.850 10.850 100,0 54 5 49 200 75 223 4
1990 10.618 10.618 100,0 44 1 43 241 50 233 5
1999 11.200 11.276 99,3 42 2 40 266 47 240 5
2000 11.200 11.294 99,2 42 2 40 266 46 228 5
2001 11.200 11.372 98,5 42 2 40 266 47 226 5
2002 11.000 11.450 96,1 45 2 43 244 48 219 5
2003 11.100 11.537 96,2 50 2 48 222 53 215 5
2004 11.150 11.694 95,3 49 2 47 227 52 214 5

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]