Praterie e arbusti montani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Biomi
Biomi terrestri
Tundra
Taiga, foreste boreali
Praterie e boscaglie montane
Foreste temperate di conifere
Foreste tropicali e subtropicali di conifere
Foresta temperata di latifoglie e mista
Foreste mediterranee, terreni boschivi e arbustivi
Foreste tropicali e subtropicali umide di latifoglie
Foreste tropicali e subtropicali secche di latifoglie
Praterie, savane e boscaglie temperate
Praterie, savane e arbusti tropicali e subtropicali
Deserti e boscaglie xerofiti
Praterie e savane inondate
Ripariale
Zona umida
Biomi acquatici
Stagno
Litorale, Zona intertidale
Foresta di mangrovie
Foresta di laminarie
Barriera corallina
Zona neritica
Piattaforma continentale
Zona pelagica
Zona bentica
Aperture idrotermiche
Aperture fredde
Banchisa
Altri biomi
Zona endolitica

Il WWF classifica come uno dei quattordici biomi [1] le praterie e arbusti montani comprendenti pascoli e arbusti di altitudine (montani, subalpini e alpini) sparsi in tutto il mondo.

In regioni montane di varie parti del mondo, le praterie e gli arbusti montani situati al di sopra della linea degli alberi sono comunemente conosciuti come tundra alpina. Al di sotto della linea di alberi ci sono le praterie e gli arbusti montani e subalpini. Le foreste subalpine "striminzite" o "nane" (stunted) sono note come krummholz, e si trovano al di sotto della linea degli alberi, dove le condizioni rigide, battute dal vento e i suoli poveri fanno sì che si sviluppino foreste nane o "contorte" costituite da alberi in lenta crescita.

Le praterie e gli arbusti montani, in modo particolare nelle regioni subtropicali e tropicali, spesso evolute come isole virtuali, sono separate da altre zone montane da regioni più calde di altitudine meno elevata, e sono di frequente la dimora di molte piante tipiche ed endemiche che si evolvono in risposta al clima freddo e umido, e all'abbondante luce del sole tropicale. Le piante caratteristiche di questi habitat mostrano adattamenti come strutture a rosetta, superfici ceree e foglie villose. Una caratteristica unica di molte regioni montane tropicali è la presenza di piante con rosetta gigante di famiglie variegate, come Lobelia (afrotropicale), Puya (neotropicale), Cyathea (Nuova Guinea), e Argyroxiphium (Hawaii).

Le zone più estese di praterie e arbusti montani si trovano nel Paramo Neotropicale delle Ande. Questo bioma esiste anche nelle montagne dell'Africa centrale e orientale, nel Monte Kinabalu (nel Borneo), nelle altitudini più elevate dei Ghati Occidentali (nell'India meridionale) e negli altopiani centrali della Nuova Guinea.

Laddove le condizioni sono più secche, si trovano pascoli montani, savane e terreni boschivi (come nell'Acrocoro Etiopico) e nelle steppe montane (come quelle dell'Altopiano Tibetano).

Ecoregioni di praterie e boscaglie montane[modifica | modifica wikitesto]

Praterie e boscaglie montane afrotropicali
Mosaico montano di foreste e praterie angolane Angola
Terreni boschivi e savane in declivio angolani Angola
Terreni boschivi e praterie d'alta montagna di Drakensberg Lesotho, Sudafrica
Praterie, terreni boschivi e foreste montane di Drakensberg Lesotho, Sudafrica, Swaziland
Brughiere montane dell'Africa Orientale Kenya, Sudan, Tanzania, Uganda
Mosaico montano di foreste e praterie dello Zimbabwe orientale Mozambico, Zimbabwe
Praterie e terreni boschivi etiopici Etiopia
Brughiere montane etiopiche Etiopia
Praterie dell'Alto Veld Lesotho, Sudafrica
Mosaico di foreste e praterie dell'Altopiano di Jos Nigeria
Ericaie del Madagascar Madagascar
Ericaie e sottoboschi del Maputaland-Pondoland Mozambico, Sudafrica, Swaziland
Brughiere montane di Ruwenzori-Virunga Repubblica Democratica del Congo, Ruanda, Uganda
Mosaico di foreste e praterie montane del Sud Malawi Malawi, Mozambico
Mosaico di foreste e praterie del rift meridionale Malawi, Tanzania
Praterie e boscaglie montane australasiane
Praterie montane delle alpi Australiane Australia
Praterie subalpine della Catena Centrale Indonesia, Papua Nuova Guinea
Prateria montane meridionali Nuova Zelanda
Praterie e boscaglie montane indo-himalayane
Prati alpini di Kinabalu Malaysia
Praterie e boscaglie montane neotropicali
Puna secca delle Ande Centrali Argentina, Bolivia, Cile
Puna delle Ande Centrali Argentina, Bolivia, Perù
Puna umida delle Ande Centrali Bolivia, Perù
Paramo della Cordigliera Centrale Ecuador, Perù
Paramo della Cordigliera di Merida Venezuela
Paramo della delle Ande Settentrionali Colombia, Ecuador
Paramo di Santa Marta Colombia
Paramo di Talamanca Costa Rica, Panamá
Steppe andine meridionali Argentina, Cile
Zacatonal Messico, Guatemala
Praterie e boscaglie montane paleartiche
Prati alpini e tundra dell'Altai Repubblica Popolare Cinese, Kazakistan, Mongolia, Russia
Steppa alpina dell'Altopiano Tibetano Centrale Cina
Prati e arbusti alpini dell'Himalaya Orientale Bhutan, Birmania, Repubblica Popolare Cinese, India, Nepal
Prati alpini del Ghorat-Hazarajat Afghanistan
Prati alpini dell'Hindu Kush Afghanistan, Pakistan
Steppa alpina tibetana del Karakoram Occidentale Afghanistan, Repubblica Popolare Cinese, India, Pakistan
Prato alpino del Khangai Mongolia
Steppa e terreno boschivi del Kopet Dag Iran, Turkmenistan
Steppa boschiva montana del Kuhrud-Kohbanan Iran
Steppa di ginepri mediterranea dell'Alto Atlas Marocco
Deserto alpino dell'altopiano tibetano di Kunlun Cina
Prati e arbusti alpini dell'Himalya Nord-occidentale Repubblica Popolare Cinese, India, Pakistan
Steppe dell'altopiano di Ordos Cina
Tundra e deserto alpino del Pamir Afghanistan, Cina, Kirghizistan, Tagikistan
Prati subalpini del Qilian Cina
Tundra e prati alpini di Sayan Mongolia, Russia
Prati e arbusti del Tibet sud-orientale Cina
Prati alpini del Sulaiman Afghanistan, Pakistan
Prati e steppe montane di Tian Shan Cina, Kazakistan, Kirghizistan
Prati e arbusti alpini dell'Altopiano Tibetano Repubblica Popolare Cinese
Prati e arbusti alpini dell'Himalaya occidentale India, Nepal
Steppe aride dello Yarlung Zambo Cina

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "14 tipi di habitat maggiori in totale che riflettono il diverso assortimento di organismi adattati alla vita di terraferma. Questi habitat vanno da quello più umido della foresta a quello più secco e più caldo del deserto". (EN) Terrestrial habitats. URL consultato il 29-05-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]