Pranzo alle otto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pranzo alle otto
Dinner at Eight cph.3b52734.jpg
Poster del film
Titolo originale Dinner at Eight
Paese di produzione USA
Anno 1933
Durata 113 min
Colore B/N
Audio sonoro Mono (Western Electric Sound System)
Rapporto 1,37 : 1
Genere Drammedia
Regia George Cukor
Soggetto dalla commedia di George S. Kaufman e Edna Ferber
Sceneggiatura Frances Marion, Herman J. Mankiewicz

Dialogo addizionale: Donald Ogden Stewart

Produttore David O. Selznick
Casa di produzione MGM
Fotografia William Daniels
Montaggio Ben Lewis
Musiche D.R. William Axt
Scenografia Hobe Erwin, Fred Hope
Costumi Gilbert Adrian
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ridoppiaggio eseguito negli anni '50:

Pranzo alle otto (Dinner at Eight) è un film del 1933 diretto da George Cukor. Il film si rivela una formidabile testimonianza dell'America degli anni della Grande depressione: prima che il pranzo inizi, trapelano una lunga serie di informazioni e notizie sulle condizioni dei ricchi e sulla disperazione dei poveri.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un pranzo mondano fa da sfondo a una serie di comportamenti e di rapporti che si intrecciano durante la serata. La moglie di un armatore in crisi invita due nobili inglesi che disdegnano la serata e questo fatto crea malumore nella padrone di casa: al loro posto, interverranno come rimpiazzo, due parenti poveri. Gli altri invitati sono un'anziana attrice molto ricca e vecchia fiamma del marito, un attore sulla via del tramonto anche perché alcolizzato, un capitano d'industria con la moglie, il medico di famiglia e consorte.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, tratto dall'omonima commedia teatrale di Edna Ferber e George S. Kaufman del 1932 andata in scena al Music Box Theatre per il Broadway theatre con Marguerite Churchill, Constance Collier e Conway Tearle arrivando a 232 recite, è il primo che Cukor gira per la Metro Goldwyn Mayer.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla MGM, il film venne presentato a New York il 23 agosto 1933 e a Hollywood il 29, uscendo poi nelle sale in dicembre, Si rivelò un grande successo commerciale grazie anche al cast di attori straordinario e alla cosiddetta commedia sofisticata.[1]. Tiene banco soprattutto il dialogo, alimentato e sostenuto dalla vecchia attrice e dalla popolana rampante. Il doppiaggio effettuato negli studi della MGM Italiana fu diretto da Franco Schirato.

Il film viene citato nel documentario The Silent Feminists: America's First Women Directors del 1993.

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Date di uscita IMDB

  • USA 23 agosto 1933 (New York City, New York) (premiere)
  • USA 29 agosto 1933 (Hollywood, California)
  • USA 28 dicembre 1933
  • Germania 1934
  • Turchia 1934
  • USA 12 gennaio 1934
  • Finlandia 11 febbraio 1934
  • Francia 23 febbraio 1934
  • Italia 15 marzo 1934
  • Danimarca 16 aprile 1934
  • Giappone 26 aprile 1934
  • Portogallo 25 dicembre 1934
  • Germania Ovest 14 luglio 1982 (prima TV)
  • USA 2005 DVD
  • Paesi Bassi 2008 DVD

Alias

  • Dinner at Eight USA (titolo originale)
  • Cena a las ocho Spagna
  • Dinner um acht Germania
  • Freitag Abend um 8 Germania
  • Freitag abends um acht Austria
  • Jantar às Oito Portogallo
  • Les Invités de 8 heures Belgio (titolo Francese)
  • Les Invités de huit heures Francia
  • Middag kl. 8 Danimarca
  • Pranzo alle otto Italia
  • Saat 8'de ziyafet Turchia
  • To vrady stis okto Grecia
  • Vacsora nyolckor Ungheria

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 l'American Film Institute l'ha inserito all'85º posto della classifica delle cento migliori commedie americane di tutti i tempi.

Madge Evans nel trailer del film

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Dizionario del cinema americano", di Fernaldo Di Giammatteo, Editori Riuniti, Roma, 1996, pag.122

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema