Power Mac G4 Cube

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Power Mac G4 Cube
PowerMac G4 Cube.jpg
Classe di computer personal computer
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Produttore Apple Computer
Presentazione agosto 2000
Fine commercializzazione agosto 2001
Prezzo di lancio $ 2 299
CPU MPC 7400
Frequenza 450/500 MHz
FPU integrata nella CPU
MMU non presente
L1 Cache 64 KB
L2 Cache 1024 KB
Bus 100 MHz
ROM 1 MB,3 MB caricati in RAM
RAM di serie 64 MB
RAM massima 1536 MB
Slot RAM 3 da 10 ns
Slot interni 2 AGP
Tastiera incorporata no
Display incorporato no
Drive incorporati 1 HDD,
1 Lettore DVD/Lettore CD
Scheda video ATI RAGE 128
RAM video 16 MB
Ingresso audio 16 bit stereo
Uscita audio 16 bit stereo
Comunicazione Ethernet 10/100
Unita ottica DVD-ROM/CD-RW
Disco rigido 20/30 GB IDE
Porte 2 USB,
2 Firewire,
1 VGA,
1 ADC
SO di serie System 9.0.4
Consumo 200 Watt
Peso 6,4 kg
Dimensioni (A x L x P) 25,4 x 19,5 x 19,5 cm
Sito Web apple.com/it/

Mac Cube (conosciuto anche come Power Macintosh G4 Cube) è un computer silenzioso, senza ventole e compatto prodotto da Apple Computer. È stato venduto dal 2000 al 2001.

Apple aveva progettato il Cube per gli utenti che si collocavano tra l'iMac e il Power Mac G4. Le dimensioni erano di 20x20x26 centimetri, nel Cube era alloggiato un PowerPC G4 funzionante a 450 o 500 megahertz, e un lettore DVD a caricamento verticale. Per funzionare serviva un monitor e, a differenza dell'iMac, la scheda grafica era su slot AGP e quindi aggiornabile in caso di necessità. Il Cube era dotato di due porte FireWire e di due porte USB. L'audio era fornito da altoparlanti Harman Kardon da 20 Watt. Il sistema di raffreddamento era senza ventole, il che rendeva il computer molto silenzioso, dato che gli unici elementi che producevano rumore erano l'hard disk e l'unità ottica.

Insuccesso commerciale[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente il Cube è stato percepito dai potenziali acquirenti come un computer eccessivamente costoso per le caratteristiche fornite, costava infatti quanto un PowerMac di fascia bassa ma non possedeva la stessa espandibilità hardware. Le vendite già scadenti vennero ulteriormente rallentate dalla scarsa qualità dei materiali plastici. Apple cercò di risollevare le vendite aggiungendo del software, riducendone il prezzo ed effettuando un aggiornamento della macchina. Venne aggiunto il masterizzatore CD come opzione e offerta a scelta una potente scheda grafica NVidia (GeForce 2 MX). Tutti gli sforzi non riuscirono però a far decollare le vendite del Cube: oramai il pubblico lo riteneva un prodotto non riuscito e le offerte di Apple non scalfirono questa convinzione. Il Cube venne ritirato nel luglio del 2001; in totale ne furono venduti 148.000 esemplari e rappresentò circa il 5% delle entrate di Apple.

Evoluzioni[modifica | modifica sorgente]

Nel gennaio del 2005 Apple ha presentato il Mac mini, un modello che riprende le linee e la filosofia del Cube, pur essendo più economico e più compatto in virtù dell'avanzamento della tecnologia costruttiva.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]