Potere ablatorio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In diritto il potere ablatorio è il potere attribuito alla pubblica amministrazione di sacrificare con un provvedimento (detto appunto provvedimento ablatorio) un interesse privato per motivi di interesse pubblico. Il sacrificio imposto al privato può consistere nella limitazione di una facoltà, nell'imposizione di un obbligo o nell'estinzione di un diritto soggettivo.

In relazione alla situazione giuridica soggettiva sulla quale incidono, si distinguono poteri (e provvedimenti) ablatori:

Esempio di provvedimento ablatorio è l'espropriazione per pubblica utilità, con la quale la pubblica amministrazione acquisisce o fa acquisire ad altro soggetto la proprietà o un altro diritto reale su di un bene del destinatario, per motivi di interesse pubblico.

Provvedimento ablatorio è anche l'ordine, con il quale la pubblica amministrazione impone al destinatario un obbligo di fare (comando) o non fare (divieto). Dall'ordine va distinta la diffida, che non crea un nuovo obbligo ma consiste nel formale avvertimento al destinatario di osservare un obbligo già sorto per legge o a seguito di altro provvedimento.

In tutti gli ordinamenti la pubblica amministrazione dispone di poteri ablatori, tuttavia questi, in uno stato di diritto, devono essere conferiti da norme di legge ed essere esercitati in conformità a tali norme (principio di legalità); inoltre, le costituzioni e le dichiarazioni dei diritti dettano principi generali al riguardo, stabilendo, ad esempio, riserve di legge o il diritto ad un indennizzo per il privato al quale è imposto il sacrificio. Nell'ordinamento italiano tali principi generali si possono rinvenire:

  • nell'art. 23 della Costituzione, secondo il quale "Nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge";
  • nell'art. 42 della Costituzione, laddove prevede che "La proprietà privata può essere, nei casi preveduti dalla legge, e salvo indennizzo, espropriata per motivi d'interesse generale."

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Casetta E., Compendio di diritto amministrativo, Giuffrè Editore, 2010. ISBN 9788814159756

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto