Posto di Blocco Intermedio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Posto di blocco intermedio)
Segnale tipico di un PBI su linea con BCA

Viene definito Posto di Blocco Intermedio (acronimo PBI) un posto di blocco ferroviario, munito di propri segnali[1], istituito fra due stazioni dividendo in due (o più) parti il tratto di linea che le collega, allo scopo di aumentare il numero di sezioni di blocco aumentando così la potenzialità della tratta ferroviaria[2].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Funzione[modifica | modifica wikitesto]

Un posto di blocco intermedio permette di inviare un treno a seguito di un altro, mantenendo sempre la distanza di sicurezza fra i due, senza dover attendere che il treno inviato per primo raggiunga e superi la successiva stazione; basterà infatti che venga liberata la prima delle sezioni di blocco il cui segnale di uscita si manterrà a via impedita fintanto che il treno che precede non abbia liberata del tutto la successiva sezione[2]. Ad esempio, un tratto di linea compreso fra due stazioni e privo di PBI corrisponde ad una sola sezione di blocco e quindi vi può circolare solo un treno per volta. Se tra le due si istituiscono due posti di blocco, si avranno tre sezioni; se la distanza è particolarmente lunga potranno essere istituite più sezioni ed inviati in successione più treni.

Impiego[modifica | modifica wikitesto]

Esistono casi in cui i PBI, su linee con blocco elettrico manuale, vengono istituiti in precedenza a Passaggi a livello assolvendo così alla duplice funzione di posto di blocco e di protezione degli stessi; in questi casi l'agente posto a presenziamento che interviene anche nel distanziamento dei treni prende nome di Agente di Guardia con funzione di Guardia Blocco. In altri casi i PBI possono coincidere con stazioni disabilitate e impresenziate, i cui segnali di partenza e protezione assolvono solamente la funzione di distanziamento[3]. In seguito all'automatizzazione del blocco su gran parte delle linee odierne i PBI presenziati e a comando manuale sono stati sostituiti da PBA (posto di blocco automatico) con il segnalamento concatenato e disposizione a via libera automatica. Mantengono invece la loro caratteristica nel caso di regime di circolazione a blocco elettrico manuale oppure a blocco conta assi[2].

Costituzione[modifica | modifica wikitesto]

Un posto di blocco intermedio è costituito da un segnale ferroviario, che protegge la sezione di blocco a valle, e dalle attrezzature tecnologiche necessarie a controllare l'occupazione della sezione stessa, che variano a seconda del regime di circolazione in vigore (per esempio possono essere due pedali conta assi con relativi circuiti nel caso di BCA)[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ RCT, art. 43 comma 1d
  2. ^ a b c d Guida, Milizia, p. 250
  3. ^ Mayer, p. 696-698

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ferrovie dello Stato,Regolamento circolazione treni (RCT)
  • Lucio Mayer, Impianti ferroviari. Tecnica ed esercizio, 3a ed. a cura di Pier Luigi Guida ed Eugenio Milizia, Roma, Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani, 2003
  • Pier Luigi Guida, Eugenio Milizia, Dizionario ferroviario. Movimento, Circolazione, Impianti di Segnalamento e Sicurezza, 2a ed., Roma, Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani, 2004
  • Roberto Maja, Circolazione ferroviaria, dispensa del corso di Esercizio Ferroviario, Politecnico di Milano, 2013

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti