Posen-Prussia Occidentale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Posen-Prussia Occidentale
Posen-Westpreußen
Flagge Preußen - Grenzmark Posen-Westpreußen.svg
Stemma della Marca di .Poznań-Prussia Occidentale
Map-Prussia-PWP.svg
La Marca di Posen-Prussia Occidentale (in azzurro) all'interno del Regno di Prussia (in blu), all'interno della Repubblica di Weimar (in nero) nel 1922
Capitale Schneidemühl
Lingua ufficiale Tedesco
Popolazione 470.600
Estensione 7.695 km²
Esistenza 1922-1938
Stato predecessore Flagge Preußen - Provinz Posen.svg Posnania
Stati successori Flagge Fürstentümer Schwarzburg.svg Provincia di Pomerania
Flagge Preußen - Provinz Brandenburg.svg Provincia di Brandeburgo
Flagge Preußen - Provinz Schlesien.svg Provincia di Slesia

La Marca confinaria di Posen-Prussia Occidentale (in tedesco: Grenzmark Posen-Westpreußen) fu una provincia della Prussia situata nell'odierna Polonia. Fu creata nel 1922 a partire dalle parti della Posnania e dalle parti occidentali della Prussia occidentale che rimasero nella Repubblica di Weimar dopo la fine della prima guerra mondiale. Le parti maggiori di queste province erano divenute parte della Seconda Repubblica di Polonia secondo il Trattato di Versailles. La Marca di Poznań-Prussia Occidentale fu sciolta nel 1938 appena prima della seconda guerra mondiale, quando fu divisa e riassegnata alla Slesia, alla Pomerania e al Brandeburgo. La capitale era Schneidemühl (in polacco Piła) e la provincia si estendeva per 7.695 km².

Le parti ad est della Vistola dell'ex Prussia occidentale, essendo contigue con la Prussia orientale, divennero un nuovo distretto, il distretto della Prussia occidentale, di tale provincia.

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

  • 1919: 326.900 abitanti
  • 1925: 332.400 abitanti
  • 1933: 470.600 abitanti