Poseidon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Poseidon (disambigua).
Poseidon
Poseidon 2006.jpg
Una scena del film.
Titolo originale Poseidon
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2006
Durata 99 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, catastrofico
Regia Wolfgang Petersen
Soggetto Paul Gallico
Sceneggiatura Mark Protosevich, Paul Attanasio
Casa di produzione Warner Bros.
Fotografia John Seale
Montaggio Peter Honess
Effetti speciali Industrial Light & Magic
Moving Picture Company
Musiche Klaus Badelt
Scenografia William Sandell
Costumi Erica Edell Phillips
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
  • Nomination all'Oscar 2007: "migliori effetti speciali"
« Non c'è niente di giusto in chi vive e chi muore. »
(Robert)

Poseidon è un film catastrofico del 2006 diretto da Wolfgang Petersen, remake del classico L'avventura del Poseidon, del 1972, basato su un racconto di Paul Gallico.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La MS Poseidon, una lussuosa nave da crociera, sta attraversando l'Atlantico diretta a New York. La notte di capodanno, accade l'imprevedibile, mentre nella sala da ballo della nave il capitano Michael Bradford intrattiene i passeggeri con gli auguri per il nuovo anno.

Durante i festeggiamenti, gli ufficiali addetti al comando avvistano un'onda anomala di 45 m d'altezza diretta verso di loro. La nave, nonostante le virate di emergenza, viene colpita in pieno e la potenza dell'onda la capovolge senza però affondarla, cosicché rimane a galla capovolta.

Il capitano della nave cerca di rassicurare i passeggeri dicendo che è stato inviato lo SOS poco prima dell'impatto e che i soccorsi arriveranno entro pochissime ore; raccomanda inoltre di restare nella sala da ballo, in quanto riconosciuta come l'unica zona sicura della nave, ma presto viene invasa anch'essa dall'acqua, causando la morte di tutte le persone al suo interno.

Solo un ristretto gruppo di persone (il giocatore d'azzardo John Dylan, un padre disperato in cerca di sua figlia e del fidanzato, una madre single e suo figlio, un architetto e una clandestina ansiosa) decidono di cercare altrove una via di fuga, riuscendo a fuggire attraverso il condotto delle eliche, rimaste fuori dall'acqua nell'incidente e a lanciare i razzi di soccorso.

Ambientazioni[modifica | modifica wikitesto]

La nave è stata creata totalmente in grafica computerizzata basandosi, per molte scene, sulle sale della Queen Mary 2.

Gli effetti speciali digitali sono stati completati dall'Industrial Light & Magic e Moving Picture Company. ILM ha utilizzato la versione più avanzata di mental ray per le foto realistiche della luce e girare le riprese, ed è stata responsabile di tutte le riprese esterne della nave. Il lavoro più complicato è stato per la scena iniziale della nave, che vanta uno dei modelli digitali più complessi mai realizzati alla ILM.

Per le simulazioni di acqua è stato utilizzato il software PhysBAM, creato in collaborazione con la Stanford University, ma anche la Hydraulx, capitanata da Greg Strause, Colin Strause e Bill Kunin, si è occupata degli effetti speciali digitali.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto, durante l'edizione dei Razzie Awards 2006, una nomination come Peggior remake o rip-off.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato globalmente 181 700 000 di dollari, di cui 60 674 817 negli Stati Uniti e 3 041 330 di euro in Italia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]