Portia (zoologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Portia
Portia.fimbriata.male.-.tanikawa.jpg
Portia fimbriata, maschio
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Salticoidea
Famiglia Salticidae
Sottofamiglia Spartaeinae
Tribù Spartaeini
Genere Portia
Karsch, 1878
Serie tipo
Salticus fimbriatus
Doleschall, 1859
Sinonimi

Linus
Peckham & Peckham, 1885
Neccocalus
Roewer, 1965

Specie
vedi testo

Portia Karsch, 1878 è un genere di ragni appartenente alla famiglia Salticidae.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Questo genere è araneofagico, cioè si nutre quasi esclusivamente di altri ragni. Si contraddistinguono per il comportamento manifestato durante la caccia che suggerisce capacità di apprendimento e di problem solving, di norma attribuiti ad animali molto più grandi[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Le 17 specie oggi note di questo genere sono state rinvenute in Africa, Asia, Australia e Madagascar[2].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Considerato un sinonimo anteriore di Linus Peckham & Peckham, 1885 (a sua volta ritenuto sinonimo anteriore di Boethoportia Hogg, 1915) da uno studio di Clark in Prószynski del 1971; è anche sinonimo anteriore di Neccocalus Roewer, 1965, secondo la specie tipo Cocalus africanus Thorell, 1899, secondo un lavoro di Wanless del 1978[2].

Infine, non è sinonimo anteriore di Brettus Thorell, 1895, secondo un lavoro di Wanless del 1978[2].

Attualmente, a giugno 2011, si compone di 17 specie[2]:

Specie trasferite[modifica | modifica wikitesto]

Uno studio approfondito di questo genere da parte dell'aracnologo Wanless portò, nel 1984, al trasferimento di varie specie, circa 12, verso altri nuovi generi[2]:

  • Portia adonis (Simon, 1900); trasferita al genere Brettus Thorell, 1895.
  • Portia albolimbata (Simon, 1900); trasferita al genere Brettus.
  • Portia cazomboensis Wanless, 1978; trasferita al genere Meleon Wanless, 1984.
  • Portia cingulata (Thorell, 1895); trasferita al genere Brettus.
  • Portia durbani Peckham & Peckham, 1903; trasferita al genere Veissella Wanless, 1984.
  • Portia falcifera Wanless, 1978; trasferita al genere Meleon.
  • Portia guineensis (Berland & Millot, 1941); trasferita al genere Meleon.
  • Portia kenti Lessert, 1925; trasferita al genere Meleon.
  • Portia madagascarensis Wanless, 1978; trasferita al genere Meleon.
  • Portia oreophila Wanless, 1978; trasferita al genere Meleon.
  • Portia russata Simon, 1900; trasferita al genere Meleon.
  • Portia solitaria Lessert, 1927; trasferita al genere Meleon.

Nomina dubia[modifica | modifica wikitesto]

  • Portia deciliata Strand, 1907; un esemplare maschile, rinvenuto in Madagascar; a seguito di uno studio di Wanless del 1978, è da ritenersi nomen dubium[2].
  • Portia nigrolineata (Strand, 1908); esemplari juvenili, reperiti in Madagascar, e originariamente descritti nell'ex-genere Linus Peckham & Peckham, 1885 (poi confluito in Portia), a seguito di un lavoro di Wanless del 1978 sono da ritenersi nomina dubia[2].
  • Portia subvexa (Thorell, 1890); esemplari maschili, rinvenuti in Sumatra e in origine descritti nell'ex-genere Linus Peckham & Peckham, 1885 (poi confluito in Portia), a seguito di un lavoro di Wanless del 1978 sono da ritenersi nomina dubia; a tal proposito va anche consultato un lavoro di Reimoser del 1925 (1925:90)[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Piper, Ross, Extraordinary Animals: An Encyclopedia of Curious and Unusual Animals
  2. ^ a b c d e f g h The world spider catalog, Salticidae
  3. ^ Specie tipo del genere.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Karsch, 1878 - Exotisch-araneologisches. 2 Zeitschrift für die gesammten Naturwissenschaften, vol.51, p. 771-826.
  • Wanless, 1984 - A review of the spider subfamily Spartaeinae nom. n. (Araneae: Salticidae) with descriptions of six new genera. Bulletin of the British Museum (Natural History) Zoology, vol.46, n. 2, p. 135-205 (articolo originale)
  • Harland, D.P & Jackson R.R., 2000 - Eight-legged cats and how they see - a review of recent research on jumping spiders (Araneae: Salticidae). Cimbebasia, vol.16, p. 231-240 Articolo in PDF
  • Harland, D.P. & Jackson, R.R., 2006 - A knife in the back: use of prey-specific attack tactics by araneophagic jumping spiders (Araneae: Salticidae). Journal of Zoology, vol.269(3), p. 285-290.
  • Piper, Ross, 2007 - Extraordinary Animals: An Encyclopedia of Curious and Unusual Animals, Greenwood Press

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi