Porta d'Europa di Madrid

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I due grattacieli
Piazza di Castilla con le torri KIO

La Porta d'Europa di Madrid (conosciuta anche col nome di Torri KIO dalla società kuwaitiana KIO (Kuwait Investments Office), che ne promosse l'edificazione), è una costruzione situata nella capitale spagnola, formata da due torri inclinate una verso l'altra con un angolo di 15° rispetto alla verticale, con un'altezza di 114 metri e divise in 26 piani. La sua collocazione è in Plaza de Castilla nei pressi del centro finanziario AZCA.

È un'opera progettata dagli architetti statunitensi Philip Johnson e John Burgee, che è stata inaugurata nel 1996. Si trattò dei primi grattacieli inclinati che si costruirono al mondo. L'opera fu iniziata negli anni ottanta del XX secolo per esaltare la zona di Piazza Castiglia (dove si trova il monumento a José Calvo Sotelo mentre si attraversa il Paseo de la Castellana.

La torre di sinistra che guarda verso la periferia della città è conosciuta come Puerta de Europa I e si distingue dalla Puerta de Europa II per aver in cima un eliporto bordato di blu ed un'insegna pubblicitaria di una banca (l'altra ha rispettivamente un eliporto bordato di rosso e una pubblicità di un'impresa immobiliare, quest'ultima pubblicità è stato aggiunta successivamente).

Dopo la costruzione si produsse una vertenza giudiziaria chiamata caso KIO nel quale fu condannato l'impresario catalano Javier de la Rosa per uno spostamento illecito di capitali pari a 375 milioni di Euro.

Durante il processo agli autori degli attentati dell'11 marzo, un imputato dichiarò l'intenzione di distruggere i grattacieli della Porta d'Europa.

Le torri KIO sono state l'ambientazione delle scene finali del film El dia de la bestia di Álex de la Iglesia.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]