Porta a Porta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Porta a porta
Logo del programma Porta a porta
Anno 1996
Genere Intrattenimento, attualità
Durata 1h 50'
Produttore Giovanna Montanari
Presentatore Bruno Vespa
Regia Marco Aleotti
Rete Rai 1
Sito web www.portaaporta.rai.it

Porta a Porta è una rubrica televisiva di approfondimento della televisione statale italiana. Essa tratta delle tematiche politiche e di attualità condotta da Bruno Vespa. Da sempre, la trasmissione è andata in onda su Rai 1 in seconda serata; la prima puntata è stata trasmessa il 22 gennaio 1996.

L'allestimento e la collocazione del programma all'interno del palinsesto sono rimasti immutati negli anni. Bruno Vespa invita politici, esperti e personaggi televisivi a confrontarsi sul tema della serata; gli ospiti intervengono uno per volta, facendosi introdurre attraverso una porta (da cui il nome del programma). Il maggiordomo che si occupa dell'apertura della porta è l'attore Paolo Baroni.

Avvenimenti rilevanti[modifica | modifica wikitesto]

Attraverso la trasmissione di Porta a Porta Bruno Vespa ha affrontato temi spesso controversi, con la partecipazione di personaggi della politica nazionale di altissimo profilo istituzionale. Si ricordano in particolare i seguenti episodi:

  • Il 13 ottobre 1998, durante una puntata celebrativa del ventesimo anno di pontificato di Giovanni Paolo II, il pontefice intervenne spontaneamente durante la trasmissione con un collegamento telefonico.
  • Il 1º febbraio 2001 il ministro Katia Bellillo dopo mezz'ora di aspre discussioni e insulti reciproci si alza dalla poltrona agitando il dito di fronte alla parlamentare Alessandra Mussolini che la allontana con un calcio alla gamba provocando la reazione violenta del ministro Bellillo, che la colpisce al volto con il microfono. Questa puntata ha ottenuto il 52% di share.
  • Il 20 luglio 2001 ci fu il vertice del G8 di Genova, dove negli scontri tra Polizia e Forze dell'Ordine morì Carlo Giuliani. La puntata di Porta a Porta veniva trasmessa in diretta da Genova, con numerosi ospiti e collegamenti.
  • Il 12 novembre 2003 morirono in un grave attentato a Nassiriya in Iraq, numerosi Carabinieri e Militari dell'Esercito Italiano. La trasmissione subì modifiche nel palinsesto, con diverse edizioni straordinarie del Tg1. Negli studi di Porta a porta dello stesso giorno fu presentato un plastico della città di Nassiriya. Tra gli ospiti era presente anche il generale Mario Arpino, che mostrò al conduttore la dinamica dell'attentato. Nella puntata del 18 novembre dello stesso anno, un Carabiniere suonò l'"Inno del Silenzio", per onorare i 19 Carabinieri morti.
  • Il 14 aprile 2004 alle ore 22:10, venne ucciso dai rapitori l'ostaggio italiano Fabrizio Quattrocchi. La notizia fu diffusa in tutto il mondo in particolare dall'emittente araba Al Jazeera dal Cairo. Bruno Vespa dedicò una puntata alla morte di Quattrocchi, interrompendo alle ore 22:30 la serata dei David di Donatello, trasmesso su Rai 1. Tra gli ospiti c'era il ministro Franco Frattini, che di fronte alla domanda di Vespa ammise, nel corso della trasmissione, di avere notizia dell'uccisione di uno degli ostaggi[2].
  • Tra il 4 e il 5 novembre 2008 è andata in onda una puntata di Porta a Porta speciale dedicata alle elezioni politiche americane, dalla durata di sei ore e tre quarti.
  • Il 15 settembre 2009 in prima serata Bruno Vespa ha dedicato una puntata speciale alla consegna delle prime case ai terremotati d'Abruzzo, avvenuta il giorno stesso. Il fatto ha suscitato una forte polemica in quanto la trasmissione Ballarò, che doveva andare in onda su Rai 3, fu rinviata di due giorni, per non sovrapporre due trasmissioni di attualità lo stesso giorno e alla medesima ora; il fatto diede maggior risalto all'evento a cui partecipava in prima persona il premier Berlusconi; la trasmissione fece il 13% di ascolti[5].
  • Il 18 gennaio 2012 in prima serata è andata in onda una puntata speciale di Porta a Porta, riguardante la nave da crociera Costa Concordia, naufragata vicino l'Isola del Giglio il 14 gennaio 2012. Questa puntata ha ottenuto il 17,45% di ascolti.
  • L'11 febbraio 2013 in prima serata è andata in onda una puntata speciale di Porta a Porta, riguardante la rinuncia al pontificato di papa Benedetto XVI. Il 13 marzo successivo è andata in onda una puntata speciale sull'elezione del nuovo pontefice: Papa Francesco.
  • Il 20 aprile 2013 in prima serata è andata in onda una puntata speciale di Porta a Porta, riguardante l'elezione del capo dello stato: Giorgio Napolitano.

Porta a Porta-Primaserata[modifica | modifica wikitesto]

In caso di eventi straordinari, Bruno Vespa conduce il programma in prima serata.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La sigla di apertura, che accompagna anche l'ingresso degli ospiti, è la colonna sonora del celeberrimo film Via col vento che è stata poi riarrangiata in chiave moderna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Repubblica.it - Insulti al crocifisso insorgono i cattolici.
  2. ^ Articolo su Repubblica.it
  3. ^ Corriere.it - Turigliatto via da Vespa: Fiore è fascista.
  4. ^ RaiNews24 - Il Monte dei Paschi 'adotta' San Bernardino: la banca finanzierà il restauro della basilica dell'Aquila.
  5. ^ Da Vespa la consegna delle case in Abruzzo, la Rai cancella la puntata di Ballarò in la Repubblica, 13 settembre 2009. URL consultato il 12 gennaio 2010.
  6. ^ Grillo fa volare Vespa che raddoppia ascolti in la Repubblica, 20 maggio 2014. URL consultato il 23 maggio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]