Port Stanley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Port Stanley
Port Stanley – Veduta
Localizzazione
Stato Regno Unito Regno Unito
   Isole Falkland Isole Falkland
Territorio
Coordinate 51°41′31″S 57°51′31″W / 51.691944°S 57.858611°W-51.691944; -57.858611 (Port Stanley)Coordinate: 51°41′31″S 57°51′31″W / 51.691944°S 57.858611°W-51.691944; -57.858611 (Port Stanley)
Abitanti 2 115 (2006)
Altre informazioni
Fuso orario UTC-4
Cartografia
Mappa di localizzazione: Isole Falkland
Port Stanley
Christ Church Cathedral di Port Stanley

Stanley (anche Port Stanley), in spagnolo detta anche Puerto Argentino, situata sull'isola di East Falkland, è la capitale e l'unica vera città delle Isole Falkland.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Si trova nella regione più a nord-est delle isole, poco più a sud di Stanley Harbour, e ha una popolazione di circa 1.500 persone. È il centro amministrativo più a sud del mondo (a causa della sua popolazione tanto esigua, di solito non viene considerato città capitale più a sud del mondo; al suo posto viene molto spesso citata Wellington, la capitale della Nuova Zelanda).

Storia[modifica | modifica sorgente]

I lavori nel nuovo insediamento, che divenne capitale nel luglio 1845, iniziarono nel 1843. Il suo nome è in onore di Lord Stanley, allora Segretario di Stato britannico per la guerra e le colonie.

L'insediamento crebbe rapidamente come porto, inizialmente specializzandosi in riparazioni navali, poi diventando una base per la caccia alle balene e alle foche nell'Atlantico Meridionale, e un importante punto di rifornimento per la Royal Navy. Le navi che avevano base a Stanley furono coinvolte nella battaglia delle Falkland durante la Prima guerra mondiale, e nella battaglia del Rio della Plata durante la Seconda guerra mondiale.

Frane causate da intensive estrazioni di torba distrussero parte della città nel 1879 e nel 1886; la seconda uccise anche 2 persone.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Lo Stanley Airport, usato per voli internazionali e collegamenti con le basi britanniche in Antartide, fu aperto nel 1979 (precedentemente i voli interni erano effettuati con idrovolanti). Fu occupato dalle truppe argentine per circa dieci settimane nell'aprile del 1982 e ribattezzato Puerto Argentino. La struttura riportò danni prima di essere ripresa da una task-force britannica durante la Guerra delle Falkland. Il terreno circostante fu minato, e alcune aree rimangono ancora segnalate come campi minati.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Oggi Stanley si trova al centro della rete stradale di East Falkland, ed è il principale centro commerciale delle isole, è dotato delle uniche piscina, scuola, ospedale e biblioteca dell'arcipelago. Le principali attrazioni sono: il Museo delle Isole Falkland, il Palazzo del Governo, costruito nel 1845 e sede del Governatore delle Isole Falkland, della Cattedrale, conosciuta per l'arco esterno fatto in osso di balena e per essere la terza chiesa più a sud nel mondo dopo quella di Grytviken sull'isola della Georgia del Sud e la Cappella delle Nevi in Antartide, un totem, diversi monumenti di guerra e i relitti nel porto.

A Stanley si trovano inoltre una ionosonda, la sede della Falkland Islands Broadcasting Station, ed anche numerose serre dove vengono coltivati ortaggi.
Gypsy Cove, conosciuto per la sua colonia di pinguini di Magellano, e Cape Pembroke, il punto più orientale delle Falkland, sono situati nei dintorni della città.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]