Porcile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Porcile (disambigua).
Maiali in un porcile.

Un porcile è uno spazio recintato o un edificio utilizzato per l'allevamento di maiali domestici[1] in una fattoria.

Gli animali possono essere allevati all'aperto o al chiuso; in quest'ultimo caso, l'edificio è circondato da uno spazio fangoso e recintato dove vanno i maiali d'estate. Un esempio di questo tipo è costituito dai porcili delle fattore italia della seconda metà del Novecento, in cui i maiali e la scrofa vivevano in queste costruzioni in vani separati[2].

Dagli scritti di Catone si sa che le grandi fattorie nell'antica Roma potevano avere anche 10 porcili[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ porcile su Treccani.it
  2. ^ Corinna Marcolin, Michele Zanetti, Gli animali della fattoria. Aspetti naturalistici e problemi di conservazione, Nuova Dimensione Edizioni, 2002
  3. ^ Theodor Mommsen, Storia romana - Volume 1, ed. M. Guigoni, 1857

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi