Popeye - Braccio di Ferro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Popeye - Braccio di ferro)
Popeye - Braccio di ferro
Popeyvillage.jpg
il set del "Villaggio di Braccio di Ferro"
Titolo originale Popeye
Paese di produzione USA
Anno 1980
Durata 114 min (versione originale), 88 min (versione ridotta)
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, avventura
Regia Robert Altman
Soggetto Elzie Crisler Segar
Sceneggiatura Jules Feiffer
Fotografia Giuseppe Rotunno
Montaggio John W. Holmes e David A. Simmons
Musiche Harry Nilsson
Scenografia Wolf Kroeger e Jack Stephens
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Saturn Award 1981: nominato per il miglior film fantasy

Popeye - Braccio di ferro è un film live action statunitense prodotto dalla Disney, diretto da Robert Altman, con Robin Williams al suo primo ruolo come protagonista.

La storia è ispirata alle avventure del personaggio omonimo.

Il film è stato girato nei pressi di Mellieħa, a Malta, dove il villaggio costruito per l'occasione non è stato abbattuto al termine della lavorazione, ma è diventato meta turistica.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Braccio di Ferro giunge su una barca a remi nella cittadina di Sweethaven alla ricerca del padre scomparso Braccio di Legno. Mentre si aggira per le strade in cerca di un albergo trova una pensione gestita da Olivia Oyl, una ragazza molto alta e snella ma un po' distratta, promessa sposa al possente Capitan Brutus, vicario del Commodoro e di fatto massima autorità cittadina. Gli abitanti del paese non vedono di buon occhio il giovane ma forzuto straniero e lo scherniscono in continuazione, solo il ciccione Poldo fa amicizia con lui e un gruppo di smidollati vittime dei soprusi di Brutus.

Una sera il colosso viene invitato a casa Oyl per un appuntamento con la sua sposa che non si presenta e scappa con Braccio di Ferro; poco dopo questi trovano un bambino abbandonato in una cesta e Popeye decide di chiamarlo "Pisellino". Al loro ritorno Brutus, infuriato come una belva, picchia Braccio di Ferro e lo scaraventa in mare e litiga con Olivia che decide di lasciarlo. Poco tempo dopo Popeye e la sua nuova ragazza cominciano vivere un momento di tranquillità e riposo, senza più essere aggrediti da Brutus e trovano più tempo per dedicarsi a Pisellino: infatti Braccio di Ferro vorrebbe dargli un'istruzione, mentre Olivia invece con una scusa lo affida a Poldo che lo porta alle corse dei cavalli.

Mentre tutti stanno scommettendo Pisellino indica il numero di un concorrente e Poldo lo asseconda puntando tutti i suoi soldi su quello indicato che poi vincerà. L'uomo scopre che il neonato ha dei poteri di prevedere il futuro e così continua a scommettere vincendo volta per volta, finché non sopraggiunge Braccio di Ferro e se lo porta via arrabbiato. Brutus di nascosto ha assistito a tutta la scena e chiama di nascosto Poldo, ordinandogli di rapire il bambino. Poldo senza esitazioni obbedisce e prende Pisellino e lo porta nella barca del manigoldo che lo tiene prigioniero assieme a Braccio di Legno detto "Commodoro", dal quale è venuto a sapere dell'esistenza di un tesoro nascosto.

Dopo un po' Poldo confessa ad Olivia il suo misfatto e Braccio di Ferro si precipita sulla nave e, dopo essersi "riconciliato" con il suo genitore, parte all'inseguimento di Brutus che, nel frattempo, ha rapito anche Olivia e si sta dirigendo all'Isola della Scabbia, luogo dov'è sepolto il bottino. Braccio di Ferro li insegue su un battello assieme ai suoi amici e a suo padre e, dentro una caverna, si consumerà la battaglia finale tra l'eroe e il cattivo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema