Popeline

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il popeline è un leggero tessuto di cotone di mano fresca e asciutta, lucido, compatto anche se morbido[1].

Il nome viene dal francese (pronuncia popelin), in origine indicava un tessuto in lana fine il cui uso era destinato esclusivamente al papa[2].

Oggi è un tessuto molto compatto e resistente pur se finissimo e leggero, prodotto con diversi filati, cotone, seta e fibre artificiali, spesso in mischia. I filati sono sottilissimi, molto ritorti, mercerizzati, quindi danno come risultato un tessuto fresco, per assenza di peluria, e liscio.

Ad armatura tela è caratterizzato da fili di ordito molto ritorti e con un titolo più alto (cioè più sottili) di quelli di trama[3], la riduzione dell'ordito maggiore, spesso doppia, di quella di trama ne fa un reps, variante dell'armatura tela con dominante d'ordito, che presenta una leggera rigatura orizzontale.

Adatto all'abbigliamento e alla biancheria è il tessuto principe per la confezione di camicie da uomo. Un tempo bianco, poi di colori pastello, per seguire le esigenze della moda viene prodotto anche in colori brillanti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 09 - I Tessuti
  2. ^ I Termini Tecnici
  3. ^ Popeline: Definizione e significato di Popeline – Dizionario italiano – Corriere.it

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda