Pontiac Phoenix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pontiac Phoenix
Phoenixwax.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Pontiac
Tipo principale Coupé
Altre versioni Berlina
Hatchback
Produzione dal 1977 al 1984
Sostituisce la Pontiac Ventura
Serie Prima serie (1977–1979)
Seconda serie (1980–1984)
Sostituita da Pontiac Grand Am

La Phoenix è stata un'autovettura compact prodotta dalla Pontiac dal 1977 al 1984. Phoenix, in inglese, significa fenice.

Il contesto[modifica | modifica sorgente]

Furono commercializzate due serie di Phoenix, entrambe basate su modelli Chevrolet ed ambedue costruite sul pianale X della General Motors.

Le due generazioni si differenziavano dal tipo di trazione; la prima serie era a trazione posteriore, mentre la seconda era a trazione anteriore. La prima serie ha preso parecchio in prestito dal pianale F della General Motors, sul quale venne assemblata la Firebird.

Prodotta a Oklahoma City ed a Tarrytown, la Phoenix è stata sostituita nel 1985 dalla Grand Am.

La prima serie: (1977–1979)[modifica | modifica sorgente]

Pontiac Phoenix I
Una Pontiac Phoenix del 1978
Una Pontiac Phoenix del 1978
Descrizione generale
Versioni Berlina quattro porte
Coupé due porte
Anni di produzione Dal 1977 al 1979
Dimensioni e pesi
Passo 2.819 mm

Questa prima serie di Phoenix è stata introdotta nel 1977 come allestimento top di gamma della Pontiac Ventura. Quest’ultima venne sostituita completamente dalla Phoenix nel 1978. Questa prima generazione di Phoenix era a trazione posteriore. La Phoenix differiva dalla Ventura per dettagli minori, come le caratteristiche della calandra e la presenza di fanali anteriori quadrati. La Phoenix è stata la prima vettura della General Motors ad utilizzare i fari anteriori di tipo 6054 da 7 " per 6".

Il modello era disponibile in versione coupé due porte e berlina quattro porte. Erano offerti tre allestimenti, base, LJ e SJ. I motori disponibili erano l’Iron Duke a quattro cilindri in linea da 2,5 L di cilindrata e 110 CV di potenza, un V6 Buick da 3,8 L e 140 CV, un V8 Chevrolet da 5 L e carburatore doppio corpo, ed infine un V8 Chevrolet da 5,7 L e carburatore quadruplo corpo. I cambi disponibili erano tre, due manuali (a tre o quattro rapporti) ed uno automatico a quattro marce.

La seconda serie: (1980–1984)[modifica | modifica sorgente]

Pontiac Phoenix II
Una Pontiac Phoenix hatchback del 1980
Una Pontiac Phoenix hatchback del 1980
Descrizione generale
Versioni Hatchback cinque porte
Coupé due porte
Anni di produzione Dal 1980 al 1984

Nel 1980 la Phoenix fu oggetto di un restyling. Nell’occasione il modello venne rimpicciolito, e la trazione diventò anteriore. Questa nuova generazione di Phoenix era disponibile con due carrozzerie, coupé due porte ed hatchback cinque porte. Gli allestimenti base, LJ e SJ erano ancora offerti, anche se gli ultimi due vennero rinominati in occasione della revisione del modello del 1983, rispettivamente, LE e SE.

I motori disponibili per questa serie di Phoenix furono due, l’Iron Duke a quattro cilindri in linea da 2,5 L di cilindrata ed un V6 da 2,8 L. I cambi offerti erano due; uno era automatico a tre rapporti mentre l’altro era manuale a quattro merce.

Il modello venne sostituito nel 1985 dalla Grand Am.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) James Flammang, Ron Kowalke, Standard Catalog of American Cars 1976-1999, Krause Publications, 1999. ISBN 0-87341-755-0.
automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili