Ponte dei Saraceni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ponte dei Saraceni
Ponte dei saraceni.jpg
Stato Italia Italia
Città Adrano
Centuripe
Coordinate 37°42′03.6″N 14°47′59.93″E / 37.701001°N 14.79998°E37.701001; 14.79998Coordinate: 37°42′03.6″N 14°47′59.93″E / 37.701001°N 14.79998°E37.701001; 14.79998
Mappa di localizzazione: Italia
Tipo ponte ad arco
Materiale pietra
Costruzione ...-IX secolo
 

Il Ponte dei Saraceni è un ponte in pietra risalente al IX secolo sul fiume Simeto. Collega il territorio di Adrano prov. di CT con quello di Centuripe prov. di EN, presso il passo del Pecoraio, e benché sia denominato Ponte dei Saraceni sembra essere stato costruito in epoca medievale normanna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte, in origine, faceva parte di un importante asse di collegamento tra le città di Troina, prima capitale del regno di Ruggero I di Altavilla, e di Catania. Oltrepassato il ponte la strada proseguiva costeggiando il Simeto a valle delle città di Adrano e Paternò. Infatti i dongioni di tali città e quello di Motta, insieme al ponte, sono storicamente e strategicamente connessi: la strada servita dal ponte veniva controllata militarmente dalle predette torri.

Dimenticato nel corso degli anni e a più riprese distrutto, rimane dell'antica struttura solo l'arcata maggiore, quella centrale ad arco acuto; altre, la più piccola a sesto acuto e un'altra a tutto sesto di origine probabilmente romana, furono distrutte dall'alluvione del 1948, e ricostruite in seguito in forme diverse rispetto a quelle originarie. Il ponte scavalca un tratto delle forre laviche, particolare conformazione basaltica dovuta a colate laviche pre-etnee scavate dall'azione erosiva del Simeto.

Dall'anno 2000 il sito in cui sorge il Ponte dei Saraceni è all'interno del S.I.C. denominato "Forre laviche del Simeto".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]