Ponte-Tunnel Louis Hippolyte Lafontaine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ponte-Tunnel Louis Hippolyte Lafontaine
Pont-tunnel L.-H. Lafontaine
il ponte-tunnel Louis-Hippolyte Lafontaine
il ponte-tunnel Louis-Hippolyte Lafontaine
Stato Canada Canada
Città Montréal
Attraversa San Lorenzo e
Coordinate 45°34′58.8″N 73°30′00″W / 45.583°N 73.5°W45.583; -73.5Coordinate: 45°34′58.8″N 73°30′00″W / 45.583°N 73.5°W45.583; -73.5
Mappa di localizzazione: Canada
Tipo ponte e tunnel sommerso
Materiale cemento armato in moduli prefabbricati di calcestruzzo armato precompresso
Lunghezza totale 1 800 m
Larghezza 6 corsie dell'Autostrada 25 del Québec m
Costruzione 1963-1967
 

Il Ponte-Tunnel Louis Hippolyte Lafontaine (Pont-Tunnel Louis-Hippolyte-La Fontaine) è un insieme formato da un ponte-tunnel nel Canada, che costituisce un tratto autostradale che passa sopra e sotto il fiume San Lorenzo. Collega l'Isola di Montréal con la Riva sud (Montréal) dello stesso fiume a Longueuil, Québec.

La sua costruzione iniziò nel 1963 e venne aperto il giorno 11 marzo del 1967. Gli venne dato il nome Louis-Hippolyte Lafontaine (un riformatore politico del "Basso Canada"). Il tunnel Lafontaine è una struttura a tubo immerso, lunga 1391 metri. Veicola l'autostrada 25 e passa sotto l'Île Charron (Îles de Boucherville e il casello #1 della Autoroute 25), e sotto il principale canale navigabile nel fiume San Lorenzo immediatamente a valle della via marittima del San Lorenzo.

Questo raccordo autostradale (A25) costituisce un tratto della Autostrada trans-canadese (principale asse autostradale est-ovest del Canada), che dirigendosi verso sud collega Montréal, tramite la Autoroute 20 alla città di Lévis-Charny (e tramite un ponte a Québec), infine prosegue fino alla piccola cittadina dell'estremo nordovest del Québec Rivière-du-Loup, da dove si dirama una strada a scorrimento veloce, che si dirige verso l'entroterra degli stati canadesi anglofoni del Nuovo Brunswick e della Nuova Scozia.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]