Pomodori verdi fritti alla fermata del treno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pomodori verdi fritti alla fermata del treno
PomodoriVerdiFritti.png
Una scena del film
Titolo originale Fried Green Tomatoes
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1991
Durata 130 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Jon Avnet
Soggetto Fannie Flagg
Sceneggiatura Fannie Flagg, Carol Sobieski
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Il segreto è nella salsa. »
(Sipsey (Cicely Tyson).)

Pomodori verdi fritti alla fermata del treno (Fried Green Tomatoes) è un film drammatico del 1991, diretto da Jon Avnet e basato sul libro di Fannie Flagg Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop.

La storia ruota attorno alla vita di diversi personaggi degli anni trenta abitanti nel Sud degli Stati Uniti d'America, affrontando temi quali l'amicizia e l'amore e cerca di essere una cura contro le insidie dell'esistere moderno.

Quattro donne, quattro storie e due generazioni a confronto.

Il film è stato interpretato da Jessica Tandy (Oscar per A spasso con Daisy), Kathy Bates (Oscar per Misery non deve morire), Mary Stuart Masterson e Mary-Louise Parker.


Trama[modifica | modifica sorgente]

Evelyn Couch e suo marito Ed si recano in una casa di riposo dove alloggia la zia dell'uomo. Quando entrano nella camera della donna, questa caccia via Evelyn tirandole addosso un cestino con dei dolci. Evelyn decide di aspettare che Ed finisca la visita e prende posto nel salotto della casa di riposo: qui viene adocchiata da un'anziana ospite della struttura, Ninny, che intavola con lei una discussione. Quando Ninny viene a sapere che Evelyn, per raggiungere l'ospizio, è passata per Whistle Stop, una cittadina dove la linea ferroviaria è ormai in disuso, inizia a raccontarle una storia avvenuta molti anni prima.

La storia di amicizia di due giovani donne anticonformiste, Idgie e Ruth, che nel cuore del sud degli Stati Uniti degli anni trenta, ebbero il coraggio di ribellarsi alla prepotenza maschile e al razzismo dilagante. Ninny racconta a Evelyn del Whistle Stop Café, gestito dalle due donne, e dall'amore che lega Idgie e Ruth fino alla fine.

Con questo racconto le emozioni e gli stati d'animo che affollano la vecchia signora riescono a entrare nella vita di Evelyn, che rinascerà e riscoprirà il piacere di sentirsi viva e di aggiustare ciò che nella sua vita non va come lei vorrebbe.

Controversie[modifica | modifica sorgente]

Il personaggio "Artis O. Peavey", particolarmente apprezzato da chi aveva letto il romanzo, non appare nel film che ne è stato tratto.

Nel romanzo, ogni personaggio importante ha una sua storia passata da raccontare, ma molte di tali storie sono state eliminate nella versione cinematografica.

La versione cinematografica ha infine pesantemente oscurato la storia d'amore lesbica fra le due protagoniste, al punto che molti spettatori che non avevano letto il libro non si sono neppure resi conto della sua presenza: il film fa apparire Idgie e Ruth semplicemente come amiche del cuore.

L'edizione in DVD del film ha un commento audio in cui il regista riconosce questo fatto, ma sostiene che una scena in cui le due donne hanno un litigio col cibo era intesa come una metafora del fare l'amore fra le due.

Nel film, la morte di Ruth è stata resa con una scena romantica tra lei e Idgie. Nel romanzo, Ruth muore assistita da una delle domestiche di colore, Onzell, che le pratica l'Eutanasia con una dose di morfina, all'insaputa di tutti.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il nome completo di Idgie è Imogene Louise Threadgoode, come detto da sua madre all'inizio del film.
  • Il cognome dei coniugi Couch (in inglese, divano) è probabilmente un riferimento al loro atteggiamento di pigrizia all'inizio del film.
  • La colonna sonora del film è il brano What Becomes of the Brokenhearted di Jimmy Ruffin
  • Nel libro da cui è tratto il film, è presentata nelle ultime pagine la ricetta dei pomodori verdi fritti.
  • L'esclamazione liberatoria "Towanda!", pronunciata più volte nel corso del film, è il nome proprio di quattro differenti città degli Stati Uniti d'America.
  • Nella puntata 09x07 de "I Simpson", durante il matrimonio di Apu, Manjula dichiara che "Pomodori verdi fritti" è il suo piatto, libro e film preferito.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema