Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop
Titolo originale Fried Green Tomatoes at the Whistle Stop Cafe
Autore Fannie Flagg
1ª ed. originale 1987
1ª ed. italiana 1992
Genere Romanzo
Lingua originale inglese
Personaggi Idgie Threadgoode, Ruth Jamison, Evelyn Couch, Ninny Threadgoode, Big George

Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop è un romanzo di Fannie Flagg del 1987.

Best seller internazionale, pubblicato per la prima volta in Inghilterra dalla casa editrice Random House, da cui è stato tratto il film del 1991 Pomodori verdi fritti alla fermata del treno.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo si sviluppa con una duplice narrazione parallela: in parte viene narrato dalla signora Weems, nel "Bollettino di Whistle Stop", e in parte si dipana attraverso gli aneddoti che l'anziana signora Threadgoode racconta all'attenta amica Evelyn Couch, come quello della storia d'amore tra Ruth e Idgie. Attraverso questi racconti emerge una società degli anni Trenta-Quaranta che, pur cominciando a cambiare, fatica ancora ad accettare la popolazione nera al di fuori dell'ottica della servitù.

Trasposizione cinematografica[modifica | modifica sorgente]

Dal romanzo di Fannie Flagg è stato tratto un film nel 1991 intitolato Pomodori verdi fritti alla fermata del treno diretto da Jon Avnet.

Il film vede protagoniste le attrici Mary Stuart Masterson nel ruolo di Idgie Threadgoode e Mary-Louise Parker nel ruolo di Ruth Jamison, mentre i ruoli di Evelyn Couch e Ninny Threadgoode sono interpretati dalle attrici premio Oscar, Kathy Bates e Jessica Tandy.

Il film è stato candidato a due premi Oscar, per la Miglior attrice non protagonista e per la Migliore sceneggiatura non originale.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nelle ultime pagine del libro è presente la ricetta dei pomodori verdi fritti.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

  • Fannie Flagg, Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop, traduzione di Olivia Crosio, 1 ed., BUR Narrativa, BUR Rizzoli, 2010, pp. 361, ISBN 9788817042024.