Pomatoschistus pictus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ghiozzetto pittato
Pomatoschistus pictus 18-04-07 DSCF7611.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Osteichthyes
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Gobioidei
Famiglia Gobiidae
Sottofamiglia Gobiinae
Genere Pomatoschistus
Specie P. pictus
Nomenclatura binomiale
Pomatoschistus pictus
Malm, 1865
Sinonimi

Gobius afinis,
Gobius pictus,
Pomatoschistus pictus adriaticus

Il Ghiozzetto pittato (Pomatoschistus pictus) è un pesce di mare appartenente alla Famiglia Gobiidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Presenta un areale disgiunto: l'areale principale è sito sulle coste europee settentrionali tra la Norvegia e la Spagna settentrionale, mentre due stazioni relitte in mar Adriatico e Golfo del Leone sono probabilmente dovute a popolazioni rimaste recluse nelle zone più fredde del Mediterraneo al tempo delle glaciazioni.

Vive in acque marine su fondi di sabbia o ghiaia fine o tra le alghe.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È molto simile agli altri Pomatoschistus ma ha le pinne dorsali con una o due file di punti neri alternate a bande azzurre ed arancio e diverse macchie chiare a sella sul dorso. Colore generale oliva o bruno, con varie sfumature e decorazioni diverse da individuo ad individuo, è sempre presente una reticolatura scura sul corpo. Molto più colorato di tutti i congeneri, facilmente riconoscibile a prima vista.

Dimensioni massime: 6 cm.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Basata su piccoli Crostacei.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Avviene in primavera ed estate, con modalità simili a quelle degli altri Pomatoschistus.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Gregario, vive in gruppetti non particolarmente compatti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani Mursia 1991 ISBN 88-425-1003-3
  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 88-8039-472-X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci