Polvere infume

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: polvere da sparo.

La polvere infume (detta anche Poudre B) è un propellente per proiettili a combustione rapida.

A differenza della polvere nera, la polvere infume durante la combustione produce solo scorie gassose. Parlando più correttamente di polveri infumi al plurale, si tratta di composti ottenuti dalla utilizzazione di materiali come la nitrocellulosa con o senza nitroglicerina.Questi composti sono facilmente lavorabili ed è così possibile ottenere dei grani di forma regolare (per calandratura, trafilatura od altri mezzi meccanici). La forma e la dimensione dei grani influenzano la modalità e la durata della combustione, in questo modo è possibile ottenere effetti differenti con uno stesso composto prodotto in forme o dimensioni diverse.

Le polveri senza fumo sono il prodotto ottenuto da una miscela omogenea di nitrocellulosa con plastificanti e stabilizzanti e/o con nitroglicerina, e/o nitroguanidina e/o altro. Sono composti abbastanza sensibili al calore, ma non agli urti. Vengono usate come cariche di propulsione per proiettili da armi individuali, cannoni e per propulsione di razzi. Le polveri senza fumo sono esplosivi propellenti, con elevata velocità di combustione. Generalmente non possono detonare anche se confinate. Le polveri senza fumo sono, attualmente, gli esplosivi più usati a scopo bellico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1884 il chimico francese Paul Marie Eugène Vieille, attraverso la gelatinizzazione della nitrocellulosa con una miscela di etere ed alcool, ottenne un nuovo tipo di polvere da sparo, completamente differente dalla polvere nera, chiamata polvere B (in francese Poudre B). Il nuovo composto era un esplosivo di tipo propellente che sviluppava una energia tre volte superiore alla precedente, producendo nel contempo fumi di combustione molto ridotti (da cui l'appellativo di infume).
Al primo tipo di polvere presto ne seguirono altri di caratteristiche simili:

  • nel 1888 Nobel ottenne la balistite, gelatinizzando cotone collodio con nitroglicerina;
  • nel 1891 il Regio Polverificio sul Liri ottenne la solenite;
  • in Gran Bretagna, nello stesso periodo, venne sviluppata la cordite.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia