Politica dell'Ungheria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ungheria

Questa voce è parte della serie:
Politica dell'Ungheria







Altri stati · Atlante

La Politica in Ungheria si svolge all'interno di una repubblica a sistema parlamentare multi-partitico con rappresentanza democratica, in cui il Primo Ministro è il capo del governo. Il potere esecutivo è esercitato dal governo; quello legislativo sia dal governo che dal Parlamento (Assemblea Nazionale), che consta di 386 membri eletti ogni quattro anni. Il sistema partitico è dominato dal Partito Socialista Ungherese e dai conservatori di Fidesz - Unione Civica Ungherese. Il potere giudiziario è indipendente dagli altri due. La Repubblica di Ungheria è uno stato indipendente, democratico e costituzionale. Con l'emendamento costituzionale del 23 ottobre 1989, l'Ungheria è divenuta una repubblica parlamentare.

Elezioni[modifica | modifica sorgente]

Le elezioni in Ungheria si tengono a due livelli: le elezioni politiche, per eleggere i 386 membri dell'Assemblea Nazionale, e le elezioni locali, per eleggere le autorità locali.

L'Assemblea Nazionale (Országgyűlés) si compone di 386 membri eletti per un mandato di quattro anni. Di essi, 176 sono eletti tramite il collegio uninominale maggioritario a doppio turno; 152 con il sistema proporzionale in circoscrizioni plurinominali; 58 sono seggi di compensazione. Per accedere alla ripartizione proporzionale e alla compensazione dei seggi, è necessario raggiungere il 5% dei voti.

Al primo turno, il corpo elettorale è chiamato a votare una lista nazionale, per la quota proporzionale, ed un candidato concorrente nel proprio collegio uninominale. Il secondo turno ha luogo, nell'ambito dei collegi uninominali, nei casi seguenti:

  • L'affluenza alle urne è stata inferiore al 50%: tutti i candidati accedono al secondo turno.
  • Nessun candidato ha ottenuto la maggioranza assoluta dei voti: accedono al secondo turno i tre candidati più votati o, in alternativa, i candidati che abbiano riportato almeno il 15% dei voti.

Se invece l'affluenza è stata superiore al 50% e un candidato ha ottenuto la maggioranza assoluta dei voti, questi viene direttamente eletto.

Al secondo turno:

  • il candidato che ha ottenuto la maggioranza dei voti viene eletto;
  • se in un collegio uninominale l'affluenza è stata sotto il 25%, il seggio ad esso spettante rimane vacante;

La ripartizione dei seggi di compensazione avviene tenendo conto della somma dei voti non utilizzati per ottenere il seggio nelle circoscrizioni, nonché della somma dei voti ottenuti dai candidati perdenti nei collegi uninominali al primo turno.

Potere esecutivo[modifica | modifica sorgente]

Ufficio Nome Partito In carica da
Presidente Pál Schmitt nessuno 5 agosto 2010
Primo Ministro Viktor Orbán Fidesz 29 maggio 2010

Il Presidente della Repubblica, eletto dall'Assemblea Nazionale ogni cinque anni, ha un ruolo quasi puramente cerimoniale; è tuttavia Comandante in Capo delle forze armate e tra i suoi poteri vi è quello della nomina del Primo Ministro, che deve essere eletto dalla maggioranza dei parlamentari basandosi sulla raccomandazione del Presidente della Repubblica.

Secondo la Costituzione dell'Ungheria, il Primo Ministro ha un ruolo di guida nell'esecutivo, in quanto sceglie i ministri del governo ed ha il diritto esclusivo di rimuoverli. Ogni ministro nominato deve essere approvato da uno o più comitati parlamentari, deve superare il voto del Parlamento e deve essere approvato dal Presidente.

Potere legislativo[modifica | modifica sorgente]

L'Assemblea Nazionale di Ungheria (Országgyűlés), monocamerale a 386 seggi, è la massima autorità statale, che discute e approva la legislazione suggerita dal Primo Ministro. I suoi membri sono eletti ogni quattro anni; 176 di essi sono eletti in circoscrizioni a singolo seggio, 152 con il sistema proporzionale in circoscrizioni multi-seggio e vi sono 58 cosiddetti "seggi di compensazione", distribuiti basandosi sui voti "persi" (voti che non hanno prodotto un seggio). La soglia per potere accedere al Parlamento è il 5%, ma si applica solo alle circoscrizioni multi-seggio e ai seggi di compensazione.

Potere giudiziario[modifica | modifica sorgente]

Gli undici membri della Corte Costituzionale hanno il potere di annullare le leggi che si rivelano essere incostituzionali. Questo corpo giudiziario non è mai stato composto nella sua pienezza da 11 membri, e attualmente ne conta solo nove, il che tende ad annullare nella pratica i suoi poteri.

Il Presidente della Corte Suprema e il sistema legale, civile e penale che dirige sono pienamente indipendenti dal potere esecutivo.

In Ungheria esistono diversi ombudsman che proteggono i diritti civili, delle minoranze, dell'istruzione e dell'ecologia in campi non giudiziari. Dal 2003 possono emettere decisioni avendi valore legale.

Ramo finanziario[modifica | modifica sorgente]

La Banca Centrale, la Banca Nazionale Ungherese, è stata pienamente indipendente dal 1990 al 2004, ma la nuova legislazione ha dato alcuni diritti di nomina al potere esecutivo nel novembre 2004; questa decisione è in fase di discussione presso la Corte Costituzionale.

Divisione amministrativa[modifica | modifica sorgente]

L'Ungheria è attualmente suddivisa in 19 contee (megyék, singolare: megye), 20 contee urbane* (megyei jogú városok, singolare: megyei jogú város), e una città capitale** (főváros); Bács-Kiskun, Baranya, Békés, Békéscsaba*, Borsod-Abaúj-Zemplén, Budapest**, Csongrád, Debrecen*, Dunaújváros*, Eger*, Érd*, Fejér, Győr*, Győr-Moson-Sopron, Hajdú-Bihar, Heves, Hódmezővásárhely*, Jász-Nagykun-Szolnok, Kaposvár*, Kecskemét*, Komárom-Esztergom, Miskolc*, Nagykanizsa*, Nógrád, Nyíregyháza*, Pécs*, Pest, Salgótarján*, Somogy, Sopron*, Szabolcs-Szatmár-Bereg, Szeged*, Szekszárd*, Székesfehérvár*, Szolnok*, Szombathely*, Tatabánya*, Tolna, Vas, Veszprém, Veszprém*, Zala, Zalaegerszeg*

Partecipazione ad associazioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

L'Ungheria è membro dell'ABEDA, AIE, AIEA, Australia Group, BERS, BRI, CE, Commissione Elettrotecnica Internazionale, CERN, CIO, Comitato Zangger, EAPC, ECE, FAO, FMI, G-9, Gruppo di Visegrád, IBRD, ICAO, ICC, IDA, IFC, IFRCS, ILO, IMO, Inmarsat, Intelsat, Interpol, IOM, ISO, ITU, ITUC, NAM (ospite), NATO, NEA, NSG, OAS (osservatore), OCSE, OMC, OMM, OMS, OMT, ONU, OPCW, OSCE, PCA, PfP, SECI, UE (membro dal 1º maggio 2004), UEO (associato), UNCTAD, UNESCO, UNFICYP, UNHCR, UNIDO, UNIKOM, UNMIBH, UNMIK, UNOMIG, UNU, UPU, WCO, WFTU, WIPO.

Ministeri[modifica | modifica sorgente]

Con il processo di riorganizzazione, queste informazioni potrebbero variare anche all'interno del corso di un governo.

  • Ufficio del Primo Ministro (Miniszterelnöki Hivatal);
  • Ministero dell'Agricoltura e dello Sviluppo Regionale (Földművelésügyi és Vidékfejlesztési Minisztérium);
  • Ministero della Difesa (Honvédelmi Minisztérium);
  • Ministero per lo Sviluppo Nazionale e gli Affari Economici (Nemzeti Fejlesztési és Gazdasági Minisztérium);
  • Ministero dell'Istruzione e della Cultura (Oktatási és Kultúrális Minisztérium); Ministro:
  • Ministero per la Protezione dell'Ambiente e delle Acque (Környezetvédelmi és Vízügyi Minisztérium);
  • Ministero delle Finanze (Pénzügyminisztérium);
  • Ministero degli Affari Esteri (Külügyminisztérium);
  • Ministero della Salute (Egészségügyi Minisztérium);
  • Ministero della Giustizia (Igazságügyi és Rendészeti Minisztérium);
  • Ministero degli Affari Locali (Önkormányzati Minisztérium);
  • Ministero dei Trasporti, delle Comunicazioni e dell'Energia (Közlekedési, Hírközlési és Energiaügyi Minisztérium)
  • Ministero degli Affari Sociali e del Lavoro (Szociális és Munkaügyi Minisztérium);

Ministeri senza portafoglio[modifica | modifica sorgente]

  • Ministro senza portafoglio responsabile per gli affari europei (Európai integrációs ügyek koordinációjáért felelős tárca nélküli miniszter);
  • Ministro senza portafoglio per lo sviluppo regionale e la convergenza (Regionális fejlesztésért és felzárkóztatásért felelős tárca nélküli miniszter)

Elezioni in Ungheria[modifica | modifica sorgente]

Le elezioni in Ungheria si tengono a due livelli: le elezioni politiche, per eleggere i 386 membri dell'Assemblea Nazionale, e le elezioni locali, per eleggere le autorità locali.

Elezioni politiche[modifica | modifica sorgente]

L'Assemblea Nazionale (Országgyűlés) si compone di 386 membri eletti per un mandato di quattro anni. Di essi, 176 sono eletti tramite il collegio uninominale maggioritario a doppio turno; 152 con il sistema proporzionale in circoscrizioni plurinominali; 58 sono seggi di compensazione. Per accedere alla ripartizione proporzionale e alla compensazione dei seggi, è necessario raggiungere il 5% dei voti.

Al primo turno, il corpo elettorale è chiamato a votare una lista nazionale, per la quota proporzionale, ed un candidato concorrente nel proprio collegio uninominale. Il secondo turno ha luogo, nell'ambito dei collegi uninominali, nei casi seguenti:

  • L'affluenza alle urne è stata inferiore al 50%: tutti i candidati accedono al secondo turno.
  • Nessun candidato ha ottenuto la maggioranza assoluta dei voti: accedono al secondo turno i tre candidati più votati o, in alternativa, i candidati che abbiano riportato almeno il 15% dei voti.

Se invece l'affluenza è stata superiore al 50% e un candidato ha ottenuto la maggioranza assoluta dei voti, questi viene direttamente eletto.

Al secondo turno:

  • il candidato che ha ottenuto la maggioranza dei voti viene eletto;
  • se in un collegio uninominale l'affluenza è stata sotto il 25%, il seggio ad esso spettante rimane vacante;

La ripartizione dei seggi di compensazione avviene tenendo conto della somma dei voti non utilizzati per ottenere il seggio nelle circoscrizioni, nonché della somma dei voti ottenuti dai candidati perdenti nei collegi uninominali al primo turno.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]