Politica dell'Estonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Estonia

Questa voce è parte della serie:
Politica dell'Estonia








Altri stati · Atlante

La politica dell'Estonia è caratterizzata dal seguente quadro politico:

Elezioni[modifica | modifica sorgente]

L'Estonia elegge i titolari del potere legislativo a livello nazionale. Il Riigikogu ha 101 membri, eletti con un mandato di quattro anni con sistema proporzionale. Il Capo di Stato - il Presidente - è eletto ogni cinque anni dal Parlamento (dal 1º al 3º scrutinio) o da un collegio elettorale (dal quarto scrutinio). Localmente, esistono consigli governativi locali, che variano da zona a zona per numero di eletti. C'è tuttavia un numero minimo di deputati facenti parte del Consiglio a seconda della grandezza del Comune; le elezioni si svolgono anche qui con il sistema proporzionale.

Il numero minimo dei membri del Consiglio è 7, ma:

  • se il comune ha più di 2.000 abitanti devono essere almeno 13
  • se il comune ha più di 5.000 abitanti devono essere almeno 17
  • se il comune ha più di 10.000 abitanti devono essere almeno 21
  • se il comune ha più di 50.000 abitanti devono essere almeno 31
  • se il comune ha più di 300.000 abitanti devono essere almeno 63

L'Estonia ha un sistema multipartitico, con numerosi partiti che non hanno la possibilità di vincere le elezioni da soli: è quindi necessario il dialogo tra le varie parti, che devono convergere in una coalizione di governo.

Ramo esecutivo[modifica | modifica sorgente]

Il Presidente dell'Estonia è eletto dal Parlamento (Riigikogu) per un mandato di cinque anni; se non si assicura i due terzi dei voti, dopo tre votazioni, allora una assemble elettorale (composta dal parlamento più da membri delle amministrazioni locali) elegge il presidente, scegliendo fra i due candidati con la più larga percentuale di voti. Il Primo ministro dell'Estonia (Estone: Eesti Vabariigi Peaminister) è il capo del governo della Repubblica di Estonia. Il primo ministro è scelto dal Presidente e conferito dal Parlamento. Solitamente è indicato nel leader del maggior partito o coalizione in Parlamento.

Ramo legislativo[modifica | modifica sorgente]

Il Parlamento (Riigikogu) ha 101 membri, eletti per quattro anni con il sistema proporzionale.

Partiti politici[modifica | modifica sorgente]

Ramo giudiziario[modifica | modifica sorgente]

Il supremo potere giudiziario è Nationarappresentato dalla Corte nazionale o Riigikohus, con 19 giustizie le quali sono dirette dal presidente designato dal parlamento per elezione a vita nominata dal presidente.

Divisioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

L'Estonia numera 15 suddivisioni amministrative più importanti. Queste suddivisioni, a causa della dimensione geografica e demografica, sono da considerarsi contee (in Estone: plur. maakonnad; sing. - maakond).

Partecipazione in organizzazioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Estonia è membro del BIS, CBSS, CE, EAPC, EBRD, ECE, EU, FAO, IAEA, IBRD, ICAO, ICC, ICRM, IFC, IFRCS, IHO, ILO, IMF, IMO, Interpol, IOC, IOM (observer), ISO (correspondent), ITU, ITUC, NATO, OPCW, OSCE, UN, UNCTAD, UNESCO, UNMIBH, UNMIK, UNTSO, UPU, WCO, WEU (associate partner), WHO, WIPO, WMO, WTO

Note[modifica | modifica sorgente]


Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]