Polisportiva Monterotondo Calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Polisportiva Monterotondo Calcio
Calcio Football pictogram.svg
Eretini
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blu Savoia e Giallo Ombreggiato.png Giallo - Blu
Dati societari
Città Monterotondo
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Eccellenza
Fondazione 1935
Rifondazione 2013
Presidente Michele Bavaro
Allenatore Alessandro Fiocchetta
Stadio Stadio Fausto Cecconi
(800 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

La Polisportiva Monterotondo Calcio è stata la principale società calcistica di Monterotondo (RM). Fondata nel 1935, disputò consecutivamente per undici stagioni il campionato di Serie D, dal 2000 al 2011. Nell'estate del 2013 è stata fondata una nuova società, la quale si pone in piena continuità sportiva e morale con il vecchio sodalizio gialloblù.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Monterotondo esordì nelle divisioni superiori dilettantistiche negli anni '90 grazie agli investimenti dell'Acqua Fabia, disputando campionati di vertice con allenatori del calibro di Bruno Giordano e Giancarlo Morrone.

Dopo la fusione con il Monterotondo Scalo, la società fu costretta a disputare il campionato di Eccellenza (1997-1998).

La Serie D venne riconquistata il 20 maggio 2000 nello spareggio del Flaminio contro l'Ostia Mare vinto per 1-0 con un gol del brasiliano DeVianna.

Dopo una breve apparizione in Serie D del tecnico Sesena e del presidente Di Paolo, è nel 2003 che il presidente Ugo Barbetti sfiora la promozione in Serie C, con Fabio Fratena in panchina. La partita clou si gioca a Tolentino, il 16 febbraio, contro i padroni di casa primi in classifica con un punto di vantaggio sul Monterotondo. Il Monterotondo passa in vantaggio al 59' con un gol di Fratoni; a tempo scaduto il Tolentino raggiunse però il pareggio.

Dal 2003 il presidente della società è l'avv. Fabio Della Longa grazie al quale il sodalizio gialloblù ha potuto proseguire l'opera avviata dal suo predecessore Ugo Barbetti. Nella stagione 2003-2004 il Monterotondo disputò i play-out ottenendo la salvezza il 30 maggio 2004 al Cecconi contro il Termoli, che nell'occasione andò al riposo in vantaggio di due reti. Nel secondo tempo le reti di Dionisi e Borrielli regalarono la salvezza del Monterotondo.

Successivamente la squadra ottenne piazzamenti che la mantennero nella categoria, disputando nel 2005-2006 persino i play-off per la promozione in Serie C, mancandola contro il Celano. In quella stagione si ricordano anche i derby contro il Mentana finiti ambedue in parità che hanno determinato il tutto esaurito sia al Cecconi che al Selva dei Cavalieri. Nella stagione 2009-2010 il Monterotondo arrivò al quinto posto in campionato, dopo aver battuto la capolista Gavorrano con un 4-3 al Cecconi. Ai play-off il Guidonia ha decretato l'uscita dei gialloblù dalla competizione.

Dalla stagione 2011-2012 la società scompare, in seguito alla nascita del Monterotondo-Lupa con sede e campo di gioco fuori dal comune di Monterotondo.

Nell'estate 2013 il Città di Marino, società neo retrocessa in Eccellenza, ha ceduto il proprio titolo sportivo all'Atletico Monterotondo che cambia denominazione in A.s.d. Monterotondo Calcio. Nel campionato 2013/2014 retrocede dal campionato di Eccellenza dopo la disputa dei Play out contro l'Empolitana Giovenzano, partita persa per 4-1 ma viene successivamente ripescato a completamento organici.

Giocatori[modifica | modifica sorgente]

Nella Polisportiva Monterotondo Calcio hanno militato vari giocatori che negli anni successivi si sono contraddistinti nelle categorie superiori esordendo in Serie A ed in Serie B ma anche in Lega Pro:

Cronistoria[modifica | modifica sorgente]

Cronistoria della Polisportiva Monterotondo Calcio
  • 1934 - Nascita della Polisportiva Monterotondo Calcio
  • 1934-45 dati mancanti
  • 1945-46 - 5° nel girone B di Prima Divisione Lazio
  • 1946-47 - ? nel girone B di Prima Divisione Lazio
  • 1947-48
  • 1948-49
  • 1949-50
  • 1950-51
  • 1951-52
  • 1952-53
  • 1953-54
  • 1954-55
  • 1955-56
  • 1956-57
  • 1957-58
  • 1958-59 - 2° nel girone B del Campionato Dilettanti Lazio
  • 1959-60 - 8° nel girone B in Prima Categoria Lazio
  • 1960-61 - 13° nel girone B in Prima Categoria Lazio. Red Arrow Down.svg retrocesso
  • 1961-62
  • 1962-63
  • 1963-64
  • 1964-65
  • 1965-66
  • 1966-67
  • 1967-68
  • 1968-69
  • 1969-70
  • 1970-71
  • 1971-72
  • 1972-73
  • 1973-74
  • 1974-75
  • 1975-76
  • 1976-77
  • 1977-78
  • 1978-79
  • 1979-80
  • 1980-81
  • 1981-82
  • 1982-83
  • 1983-84
  • 1984-85
  • 1985-86
  • 1986-87 - 4° nel girone A in Promozione Lazio
  • 1987-88 - 12° nel girone A in Promozione Lazio
  • 1988-89 - 6° nel girone B in Promozione Lazio
  • 1989-90 - 7° nel girone B in Promozione Lazio
  • 1990-91 - 7° nel girone B in Promozione Lazio
  • 1991-92 - 5° nel girone A in Eccellenza Lazio
  • 1992-93 - 3° nel girone A in Eccellenza Lazio. Green Arrow Up.svg Promosso in Campionato Nazionale Dilettanti
  • 1993-94 - 5° nel girone F nel Campionato Nazionale Dilettanti
  • 1994-95 - 3° nel girone G nel Campionato Nazionale Dilettanti
  • 1995-96 - 3° nel girone F nel Campionato Nazionale Dilettanti
  • 1996-97 - 13° nel girone F nel Campionato Nazionale Dilettanti
  • 1997-98 - 15° nel girone F nel Campionato Nazionale Dilettanti, Red Arrow Down.svg retrocesso in Eccellenza
  • 1998-99 - 6° nel girone A in Eccellenza Lazio
  • 1999-00 - 1° nel girone A in Eccellenza Lazio. Green Arrow Up.svg Promosso in Serie D
  • 2000-01 - 10° nel girone F in Serie D
  • 2001-02 - 4° nel girone F in Serie D
  • 2002-03 - 4° nel girone F in Serie D, perde nei play-off
  • 2003-04 - 14° nel girone H in Serie D, salvo dopo i play-out
  • 2004-05 - 7° nel girone E in Serie D
  • 2005-06 - 4° nel girone G in Serie D. Arriva ai play-off nazionali.
  • 2006-07 - 11° nel girone G in Serie D
  • 2007-08 - 8° nel girone G in Serie D
  • 2008-09 - 10° nel girone G in Serie D
  • 2009-10 - 5° nel girone E in Serie D
  • 2010-11 - 3° nel girone G in Serie D, perde nei play-off
  • 2011-12 - 14° nel girone G in Serie D, Red Arrow Down.svg retrocesso in Eccellenza dopo i play-out
  • 2011 - La società scompare
  • 2013 - nasce la nuova Monterotondo Calcio dalla fusione tra il Città di Marino e l'Atletico Monterotondo
  • 2013-14 - 15° nel girone A in Eccellenza Lazio. perde i play-out 4-1 contro l'Empolitana Giovenzano; retrocessa in Promozione e successivamente ripescato

Colori e Simbolo[modifica | modifica sorgente]

I colori sociali sono il blu ed il giallo.

Stadio[modifica | modifica sorgente]

Monterotondo: stadio comunale del Monterotondo Calcio in località Pratone.

Il Monterotondo disputava le sue partite interne presso lo stadio "Fausto Cecconi" in Via dello Stadio, località Pratone a Monterotondo.

L'impianto presenta le seguenti caratteristiche:

  • Posti totali: 800
  • Posti Tribuna Locali: 350
  • Posti Settore Ospiti: 200 circa
  • Larghezza campo: 65,00 m
  • Lunghezza campo: 105,00 m
  • Fondo: Erba sintetica
  • Copertura campo: Scoperto

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]