Polibo di Corinto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pólibo (Pólybos: "ricco di buoi"; latino Pòlybus), re di Corinto, è una figura della mitologia greca.

Sposò Peribea. Secondo la leggenda, un giorno un servitore gli portò un bambino che aveva trovato legato nel bosco. A causa dei legacci, i piedi del bambino si erano gonfiati; per questo Polibo gli diede il nome di Edipo, che in greco antico voleva dire colui che ha i piedi gonfi. Il re e sua moglie lo allevarono come un figlio[1].

Nella sua opera Storie d'amore (Erotika Pathémata), Partenio di Nicea racconta le vicende della figlia di Polibo, Alcinoe[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sofocle, Edipo re
  2. ^ (EN) Testi online: Partenio, Poesie d'amore - traduzione inglese di S. Gaselee, 1916