Polena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Prua con polena, nella fregata Grand Turk
Polena della goletta utilizzata per gli esterni del film Pirati, all'àncora nel porto antico di Genova

Una polena è una decorazione lignea, spesso figura femminile o di animale, che si trovava sulla prua delle navi dal XVI al XIX secolo. La pratica fu introdotta inizialmente nei galeoni, ma anche navi più antiche avevano spesso alcune decorazioni nella prua.

Come molte delle austere decorazioni del tempo la polena aveva lo scopo di indicare il nome della nave che la ospitava a persone che non sapevano leggere (anche se talvolta in maniera contorta), inoltre avevano lo scopo di mostrare la ricchezza e la forza del proprietario. Durante il periodo Barocco alcune navi vantavano polene gigantesche, pesanti molte tonnellate e talvolta ne portavano persino due, una per ogni lato dell'albero di bompresso.

Le grosse polene, essendo intagliate nel legno massiccio ed essendo poste sulla punta dello scafo, influivano negativamente sulle capacità di navigazione delle navi. Questo, e gli alti costi di realizzazione, portarono nel XVIII secolo a fare polene molto più piccole e addirittura ad eliminarle nel secolo successivo.

Dopo le guerre napoleoniche si ricominciò a produrre qualche polena, ma raffiguravano solo piccoli mezzibusti e non le grosse figure utilizzate in passato. I clipper degli anni 1850 e degli anni 1860 erano in genere dotati di polene a figura intera, ma queste erano relativamente piccole e leggere.

La polena in quanto tale morì con la fine dell'utilizzo della propulsione a vela in larga scala. I primi piroscafi avevano delle strutture che ricordavano le polene sulla loro prua. Tale pratica durò sino alla prima guerra mondiale.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]