Polaire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Polaire

Émilie Marie Bouchaud conosciuta con lo pseudonimo Polaire (Algeri, 14 maggio 1874Champigny-sur-Marne, 11 ottobre 1939) è stata una cantante di music-hall, ed attrice teatrale e cinematografica francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata in Algeria in una numerosa famiglia di coloni francesi, a 17 anni si trasferì a Parigi dove raggiunse il fratello Edmond, cantante nei caffè-concerto con il nome d'arte Dufleuve. Ella stessa iniziò già ad Algeri ad esibirsi nei vari locali della città.

Conosciuta per il suo particolare fisico, molto esile, e per i fastosi costumi di scena, debuttò al teatro nel 1902, lanciata da Willy, per interpretare Claudine in Claudine à Paris al Théâtre des Bouffes Parisiens. Successivamente lo spettacolo, che ebbe molto successo, venne replicato 123 volte, e fece delle tournée estere, esibendosi nel 1910 a Londra e New York.

Posò anche per i pittori Antonio de La Gandara, Henri de Toulouse-Lautrec, Leonetto Cappiello, Rupert Carabin e Juan Sala.

Dal 1909 fu anche attrice cinematografica, e lavorò non solo in patria, ma anche in Germania e soprattutto in Italia, dove fu interprete di una ventina di film dal 1918 al 1925, con il nome d'arte Pauline Polaire.

Come cantante, Polaire fu interprete di diversi brani tra cui Tha ma ra boum di hé , La Glu (dal romanzo di Jean Richepin) e Tchique tchique (scritto da Vincent Scotto).

Nel 1933 pubblicò un'autobiografia dal titolo Polaire par elle-même, raccolta di tutti i suoi ricordi teatrali.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • C. Brunschwig, L.J. Calvet, J.C. Klein - Cent ans de chanson française, 1880-1980 - Parigi, Éditions du Seuil, 1996, ISBN 2020281406.
  • F. Cappa, P. Gelli, M. Mattarozzi - Dizionario dello spettacolo del '900 - Milano, Baldini Castoldi Dalai Editore, 1998, ISBN 8880892959.
  • F. Giraudet - Polaire, La Demoiselle à la rose rouge - 2009.
  • É. Walbecq - Jean Lorrain, Colette, Willy et Polaire: correspondance et souvenirs - Du Lérot, Tusson 2005.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 9258698 LCCN: n2005062956