Podmoskovnye večera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mezzanotte a Mosca
Podmoskovnye večera
Подмосковные вечера
Artista
Autore/i Vasilij Solov'ëv-Sedoj (melodia)
Michail Matusovskij (testo)
Genere
Esecuzioni notevoli Vladimir Trošin
Pëtr e Vladimir Svetlanov
Ivan Rebroff
Kenny Ball e i suoi Jazzmen
Nilla Pizzi
Francis Lemarque
Mireille Mathieu
Tonina Torrielli
...
Pubblicazione
Incisione 1955
Data 1955
Durata 4 min 30 s circa

Podmoskovnye večera (Подмосковные вечера, lett. "(Le) serate dei sobborghi moscoviti"), meglio conosciuta in Italia come Mezzanotte a Mosca, è una celebre canzone russa, scritta – originariamente con il titolo di Leningradskie večera (Ленинградские вечера = "(Le) serate leningradesi") – dal compositore Vasilij Solov'ëv-Sedoj (Василий Соловьев-Седой, 1907 - 1979) e dal poeta Michail Matusovskij (Миxaил Матусовский, 1915 - 1990) nel 1955.

È, insieme a Kalinka (Калинка) e Oči čërnye (Очи черные), una delle canzoni russe più famose di tutti i tempi e nel mondo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Composizione e prima incisione[modifica | modifica sorgente]

Il compositore Vasilij Solov'ëv-Sedoj e il poeta Mikhail Matusovskij scrissero il brano nel 1955 con il titolo di Leningradskie večera, ma il titolo venne fatto cambiare in Podmoskovnye večera su richiesta del ministro sovietico della cultura.

Con questo titolo, il brano venne inciso da un giovane attore teatrale, Vladimir Trošin (Владимир Трошин) per un documentario sulle Spartakiadi.

Il successo nazionale ed internazionale[modifica | modifica sorgente]

Nel 1957 la canzone vinse il primo premio al Festival mondiale della gioventù, tenutosi in quell’anno a Mosca, guadagnando così una certa fama internazionale, prima in Cina e poi anche nel resto del mondo, anche grazie all’interpretazione di Van Cliburn.

Dal 1964 la canzone venne usata come segnale orario in una stazione radio sovietica.

Un’altra interpretazione famosa è quella dei fratelli Pëtr e Vladimir Svetlanov del 1965[1].

Cover (Midnight in Moscow, Le temps du muguet, ecc.)[modifica | modifica sorgente]

Nel 1961 il brano venne inciso in versione strumentale con il titolo inglese Midnight in Moscow dal gruppo jazz Kenny Ball e i suoi Jazzmen, versione che raggiunse il secondo posto nelle classifiche statunitensi all’inizio del 1962.[2]

In Francia venne incisa invece da Francis Lemarque in un adattamento non letterale dal titolo Le temps du muguet, ripreso anche in italiano da Tonina Torrielli con il titolo Tempo di mughetti[1].

Una cover francese più recente è invece quella incisa nel 2008 da Hélène Ségara con il titolo La famille que l'on a choisie.

Testo[modifica | modifica sorgente]

Il testo, accompagnato da una melodia malinconica, parla dei sentimenti provati da una persona – sentimenti difficile da descrivere – nelle serate d’estate nei sobborghi di Mosca, serate che trascorrono ascoltando canzoni, ecc.

Titoli nelle varie lingue[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b cfr. p. es. http://www.hitparadeitalia.it/schede/m/midnight_in_moscow.htm
  2. ^ http://www.45-rpm.org.uk/dirk/kennyb.htm;
    http://www.hitparadeitalia.it/schede/m/midnight_in_moscow.htm

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]