Podarcis waglerianus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lucertola siciliana
Lucertolasiciliana.jpg
Podarcis wagleriana
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Sauria
Infraordine Scincomorpha
Famiglia Lacertidae
Sottofamiglia Lacertinae
Genere Podarcis
Specie P. waglerianus
Nomenclatura binomiale
Podarcis waglerianus
Gistel, 1868
Sinonimi

Podarcis wagleriana

La lucertola siciliana (Podarcis waglerianus), dal greco antico ποδάρκης (podarcis = piè veloce), è un piccolo sauro della famiglia Lacertidae, endemica della Sicilia.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Benny Trapp Podarcis waglerianus.jpg

È un piccolo sauro, lungo sino a 25 cm, molto simile a P. siculus, da cui si differenzia per delle striature longitudinali dorso-laterali chiare più definite e per le dimensioni leggermente inferiori degli arti.[3]
Il dorso è verde o verde-oliva o verde-brunastro, mentre il ventre è bianco o arancione o rosato. La colorazione mostra una ampia variabilità stagionale con prevalenza delle tonalità verdi in primavera e di quelle verde-oliva o verde-brunastro in estate.[4]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

La sua dieta è prevalentemente insettivora e comprende araneidi, coleotteri, imenotteri formicidi e larve di altri artropodi.[5]

È una specie ovipara che si riproduce da aprile a giugno; le femmine depongono da 2 a 6 uova che hanno un periodo di incubazione di circa 2 mesi.[5]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale di P. waglerianus comprende la gran parte della Sicilia (assente nella parte nord-orientale dell'isola), le isole Egadi (Favignana, Levanzo e Marettimo) e Isola Grande dello Stagnone.[1]

Occupa una vasta gamma di habitat: garighe, pascoli, aree a macchia mediterranea nonché coltivi, giardini e aree antropizzate, spesso in simpatria con P. siculus.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Corti, C. 2005, Podarcis waglerianus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ Podarcis waglerianus in The Reptile Database, Zoological Museum Hamburg. URL consultato il 15 novembre 2011.
  3. ^ Faraone F.P, Lo Valvo M., Caratterizzazione e discriminazione biometrica tra lucertola campestre (Podarcis sicula) e lucertola di Wagler (Podarcis wagleriana) in Bologna M.A., Capula M., Carpaneto G.M., Luiselli L., Marangoni C., Venchi A. (eds.), Riassunti del 6 ° Congresso nazionale della Societas Herpetologica Italica, Roma, Stilgrafica, 2006, p. 89.
  4. ^ Faraone F.P, Lo Valvo M., Seasonal variation in colour of the sicilian wall lizard Podarcis wagleriana in Bologna M.A., Capula M., Carpaneto G.M., Luiselli L., Marangoni C., Venchi A. (eds.), Riassunti del 6 ° Congresso nazionale della Societas Herpetologica Italica, Roma, Stilgrafica, 2006, pp. 25-26.
  5. ^ a b c Atlante della biodiversità della Sicilia 2008, p.304

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili