Plymouth Savoy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Plymouth Savoy
Una Plymouth Savoy berlina del 1956
Una Plymouth Savoy berlina del 1956
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Plymouth
Tipo principale Berlina
Altre versioni Hardtop
Coupé
Familiare
Produzione dal 1954 al 1965
Serie Prima serie (1954)
Seconda serie (1955-1956)
Terza serie (1957-1959)
Quarta serie (1960-1961)
Quinta serie (1962-1965)

La Savoy è stata un'autovettura full-size prodotta dalla Plymouth dal 1954 al 1965.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il nome "Savoy" fu utilizzato per la prima volta dalla Plymouth dal 1951 al 1953 per un allestimento d’alto livello della Suburban, che fu un modello offerto solo in versione familiare. Dal 1954 la Savoy fu invece promossa a modello a sé stante. Esso appartenne per tutto il periodo in cui fu prodotto alla classe delle vetture full-size. Nel 1962, alla Savoy vennero ridotte considerevolmente le dimensioni. Con questa modifica, però, la classe di appartenenza non cambiò. Come per la Plaza e la Belvedere, anche la denominazione della Savoy derivava dal nome di famosi alberghi.

La Savoy è stata assemblata a Highland Park ed a Detroit, nel Michigan, a Newark, nel Delaware, a Windsor in Canada, ed a Città del Messico. La Savoy aveva montato il motore anteriormente, mentre la trazione era posteriore.

La prima serie: 1954[modifica | modifica sorgente]

Plymouth Savoy I
Una Plymouth Savoy del 1954
Una Plymouth Savoy del 1954
Descrizione generale
Versioni Familiare due e quattro porte
Coupé due porte
Berlina quattro porte
Anni di produzione Nel 1954
Dimensioni e pesi
Passo 2.896 mm
Una Plymouth Savoy familiare due porte del 1954

Nel 1954 la Savoy fu promossa a modello a sé stante e venne offerta sui mercati come modello medio-grande. Nella gamma Plymouth si posizionò tra la Plaza e la Belvedere. Fu offerta in versione familiare due e quattro porte, coupé due porte e berlina quattro porte. Come motore, aveva installato un sei cilindri in linea da 3,6 L di cilindrata. Il cambio era invece automatico a due rapporti.

La seconda serie: 1955-1956[modifica | modifica sorgente]

Plymouth Savoy II
Una Plymouth Savoy del 1956
Una Plymouth Savoy del 1956
Descrizione generale
Versioni Familiare quattro porte
Coupé due porte
Hardtop due e quattro porte
Berlina quattro porte
Anni di produzione Dal 1955 al 1956
Dimensioni e pesi
Lunghezza 5.177[1] mm
Passo 2.921 mm
Una Plymouth Savoy hardtop due porte del 1956

Nel 1955 la Savoy fu rinnovata. Nell’occasione, fu dotata di servosterzo[1]. Alla gamma furono aggiunte nuove versioni di carrozzeria. Nel 1956 furono invece introdotte le cinture di sicurezza[2]. Il riproduttore di cassette ad alta fedeltà era invece offerto tra le opzioni[2].

Questa serie di Savoy fu offerta con un’ampia gamma di motori. Infatti, era possibile scegliere tra un sei cilindri in linea da 3,7 L e dei V8 da 4,4 L, 4,9 L, 5,2 L, 6,3 L, 5,9 L e 6,5 L. I cambi disponibili erano di tre tipi, ovvero manuale a tre rapporti oppure automatico a due o tre rapporti.

La terza serie: 1957-1959[modifica | modifica sorgente]

Plymouth Savoy III
Una Plymouth Savoy berlina del 1958
Una Plymouth Savoy berlina del 1958
Descrizione generale
Versioni Familiare quattro porte
Coupé due porte
Hardtop due e quattro porte
Berlina quattro porte
Anni di produzione Dal 1957 al 1959
Dimensioni e pesi
Lunghezza 5.290[3] mm
Larghezza 1.981[3] mm
Altezza 1.372-1.438 mm
Passo 2.997-3.099 mm
Gli interni di una Plymouth Savoy berlina del 1958
Il retro di una Plymouth Savoy berlina del 1958

Nel 1957 la Savoy fu rivista nuovamente. Nel 1959 fu tolta dai listini la Plaza e quindi la Savoy diventò il modello più economico della gamma dei modelli full-size della Plymouth. Di conseguenza, gli interni e l’allestimento esterno vennero resi più spartani. Nonostante le modifiche, le vendite non calarono; ciò fu possibile anche grazie agli ordini ricevuti dalle società private, che acquistavano la Savoy per utilizzarle nelle proprie flotte di auto aziendali. Inoltre, la Savoy diventò popolare come taxi. Per questo motivo dalla Savoy derivò un modello, la Plymouth Taxi Special. I cambi disponibili furono i medesimi di quelli della serie precedente.

La quarta serie: 1960-1961[modifica | modifica sorgente]

Plymouth Savoy IV
Una Plymouth Savoy del 1960
Una Plymouth Savoy del 1960
Descrizione generale
Versioni Familiare quattro porte
Coupé due porte
Hardtop due e quattro porte
Berlina quattro porte
Anni di produzione Dal 1957 al 1959
Dimensioni e pesi
Passo 2.997 mm

Il modello fu rivisto nel 1960. La nuova linea però fu criticata da molti[4]. Per quanto riguarda i cambi, furono confermati quelli della serie precedente.

La quinta serie: 1962-1965[modifica | modifica sorgente]

Plymouth Savoy V
Una Plymouth Savoy berlina del 1964
Una Plymouth Savoy berlina del 1964
Descrizione generale
Versioni Familiare quattro porte
Coupé due porte
Berlina quattro porte
Anni di produzione Dal 1962 al 1965
Dimensioni e pesi
Lunghezza 5.131[5] mm
Passo 2.946 mm

Nel 1962 il modello fu rivisto radicalmente e venne considerevolmente rimpicciolito, senza però che cambiasse la classe di appartenenza, cioè quella dei modelli full-size. I motori disponibili su questa serie di Savoy furono dei V8 da 5,2 L, 5,9 L e 6,3 L. Erano invece offerti due tipi di cambio, entrambi a tre rapporti. Uno di essi era manuale, mentre l’altro era automatico.

La Savoy uscì di produzione negli Stati Uniti nel 1964. In Canada, invece, rimase sul mercato fino al 1965. Negli Stati Uniti fu sostituita dalla nuova serie della Fury.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Directory Index: Plymouth/1955 Plymouth/1955_Plymouth_Prestige_Brochure, Oldcarbrochures.com. URL consultato il 18-08-2013.
  2. ^ a b (EN) Directory Index: Plymouth/1956 Plymouth/album, Oldcarbrochures.com. URL consultato il 18-08-2013.
  3. ^ a b (EN) Directory Index: Plymouth/1959 Plymouth/1959_Plymouth_Brochure, Oldcarbrochures.com. URL consultato il 18-08-2013.
  4. ^ Flory, 2004, op. cit., pag. 123
  5. ^ (EN) Directory Index: Plymouth/1962_Plymouth/1962_Plymouth_Full_Size_Brochure, Oldcarbrochures.com. URL consultato il 18-08-2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) John Gunnell, Standard Catalog of American Cars 1946-1975, Iola, Krause Publications Inc, 1997, ISBN 0-87341-521-3.
  • (EN) Richard Langworth, Encyclopedia of American Cars 1930-1980, New York, Beekman House, 1984, ISBN 0-517-42462-2.
  • (EN) Butler Donald, The Plymouth and DeSoto Story, Crestline Publishing, 1979, ISBN 978-0-91261-214-0.
  • (EN) Kelly Flory, American Cars, 1960-1972: Every Model, Year by Year, McFarland & Company, 2004, ISBN 978-0-78-641273-0.
automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili